Resta in contatto

Giulio Cardone

Lazio – Sassuolo, le Cardopagelle: “Il Sergente trascina, Ciro colpisce e Marusic è super”

Lazio – Sassuolo

 

Reina 6.5

Neanche una parata, ma merita questo voto perché è un playmaker illuminato. Che lanci, ragazzi!

Patric 6-

Subito un gol salvato con intervento da applausi, poi però si fa trovare nella terra di nessuno nella ripartenza dell’1-0. Fatica a tenere il rapido Djuricic e si fa ammonire. Molto bene invece con la palla tra i piedi e in anticipo. Dalla sua parte, comunque, un difensore di ruolo serve.

Acerbi 6

Sbaglia su Caputo, è vero, perché il centravanti era l’unico riferimento in area e non doveva farselo sfuggire nell’azione del gol emiliano, ma il resto della partita è da manuale del perfetto difensore, decisivo nell’arginare gli attacchi del Sassuolo e puntuale nei disimpegni. Il Leone sa reagire agli errori, è notorio.

Radu 7

Gran partita del veterano, chiaramente caricato dal rientro del suo amico Lulic. Non sbaglia nulla né in appoggio né in copertura.

Lazzari 6

Non replica la splendida prestazione del derby, ma serve un assist al bacio a Immobile per il 3-1: peccato il tiro sia stato intercettato.

Milinkovic 8

Prova sontuosa del nostro top player, il migliore in campo. Trascina la squadra alla riscossa dopo lo svantaggio, trova il pareggio con una sassata di testa da centravanti inglese di una volta, nella ripresa si sacrifica in copertura e sa ripartire con classe. Che giocatore, che personalità.

Leiva 6.5

Mezzasquadra con calma e saggezza dà una mano a Milinkovic quando la banda si sente vicina al naufragio: Lucas è la scialuppa che ti porta in salvo, poi la corazzata Sergej trascina tutti in porto ed è festa.

Akpa Akpro 6-

Oggi non mi è piaciuto granché, sono sincero. Perde un paio di palloni che fanno sobbalzare il nostro cuore stressato, corre un po’ a vuoto, però la sua presenza a metà campo permette a Milinkovic di giocare più spensierato in fase offensiva. Non facciamo paragoni col Toque, per favore.

Marusic 7.5

Partita super di Caterpillar, da oggi lo chiamo così. Bene già nel primo tempo, quando è tra i protagonisti del forcing della banda alla ricerca del pareggio, la prodezza arriva nella ripresa, sul gol di Immobile, ispirato proprio dall’esterno montenegrino: progressione e intelligente passaggio all’indietro per Ciro l’Implacabile. Bravo Adam, avanti così.

Correa 6.5

Mi ha convinto, il Tucu al rientro dal primo minuto: è stato sempre dentro la partita, vivace e pericoloso. E poi ha calciato un corner come lassù comandano: palla perfetta, con la forza giusta, a centro area e gol di Sergej. Anche da questi particolari, sì, si giudica una prestazione.

Immobile 9

Un’occasione, un gol. Per questo lo chiamo Ciro l’Implacabile, perché sa colpire anche quando non gli capitano tante palle-gol. E perché segna sempre, ovvio. Perfetto il movimento sul primo palo e il diagonale di sinistro sul secondo. Sono 51 gol nelle sue ultime 57 presenze. E nella classifica cannonieri, CR7 è a due passi…

Lulic 6+

Aiuta l’amico Radu in fase difensiva. Pian piano, la condizione migliorerà.

Parolo 6

Non è un difensore, ma l’esperienza è talmente enorme che riesce a cavarsela anche in quel ruolo: fondamentale però l’aiuto di Marusic, passato a destra, nel fermare il veloce Boga.

Muriqi 6.5

Il suo tiro di sinistro impegna Consigli, peccato Escalante non sia riuscito a segnare sulla ribattuta. Gli metto un bel voto perché è entrato bene e ha guadagnato una serie di punizioni utilissime per spezzare il ritmo del Sassuolo nel finale. Aspettava un cross di Milinkovic per segnare il 3-1 di testa, ma Sergej stanchissimo non è riuscito ad alzare la palla a sufficienza.

Caicedo 6

Prezioso il suo lavoro soprattutto quando si tratta di proteggere il pallone dopo il gol di Ciro.

Escalante 6

Buon lavoro davanti alla difesa, però doveva sfruttare meglio l’occasione che gli è capitata.

Inzaghi 8

La sua banda suona il rock, infila la quinta vittoria consecutiva e si conferma esperta in rimonte perché ha carattere, cuore e qualità. In settimana firmerà il contratto e avrà – si spera – il difensore che anche stasera, dopo la gara, ha chiesto in modo perentorio. Ah, siamo a due punti dalla zona Champions: avanti Simone, avanti Lazio! Ora senza paura contro la Dea, in coppa e in campionato.

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Come sempre sono pienamente in disaccordo

Massimiliano
Massimiliano
1 mese fa

Come sempre sono completamente d’accordo con Cardone, tranne solo il severo 6- ‘rifilato’ ad Akpa Akpro, per me era da 6,5 pieno; MOLTO BUONA, OGGI, LA PRESTAZIONE. P.s SERVE UN DIFENSORE DI LIVELLO PER ACCONTENTARE IL TECNICO SIMONE INZAGHI, E PER RENDERE PIU’ SERENI I TIFOSI.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Non sono d’accordo. Patric male, 5. Tutti i pericoli sono arrivati lì, come poi era accaduto al suo ingresso nel derby. Fa un fallo insensato sulla linea di bordo campo con il giocatore del Sasuolo che non poteva fare più nulla. Serve un DIFENSORE.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Se e’ per questo di difensori ne servono 2, io prenderei Maksimovic e Todibo in prestito, ma sappiamo benissimo che Loporco non prenderà nessuno

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Sono un laziale di Piacenza e ricordo i tuoi primi passi in biancorosso, poi nella prima squadra della capitale ci hai fatto tutti impazzire !!!! Col..."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"

#CountdownToHistory: Immobile colpisce anche il Cagliari

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."

Altro da Giulio Cardone