Resta in contatto

Rubriche

Lazio, il derby di domani è già nella storia… #DiamoINumeri

Lazio, il derby: sfida ultracentenaria… #DiamoINumeri

a cura di Daniele Caroleo

È la settimana del derby. E chi, come noi, è appassionato di numeri, statistiche e date storiche, non può non ricordare che la prima stracittadina ufficiale nella città di Roma risale addirittura ai primi del ‘900 (1904, in base alla documentazione che ci è pervenuta fino ad oggi, anche se diversi testimoni sostengono che in effetti la prima partita sia stata giocata nel 1902). Siamo a maggio (mese certamente particolare ed indelebile, se parliamo di derby capitolino), il giorno è il 15 ed in Piazza d’Armi scendono in campo da una parte, ovviamente, la Lazio, e dall’altra la Virtus (l’altra squadra capitolina, come ben sappiamo, nascerà solo nel 1927, dopo la fusione di diversi club cittadini). Vincerà la Lazio, per 3 a 0, grazie soprattutto al capitano, Sante Ancherani, “giuocatore impareggiabile” (così come riportato dagli articoli di giornale dell’epoca).

Tra i tanti derby giocati contro la squadra giallorossa dal 1929 ad oggi, invece, quello più importante, anche dal punto di vista del prestigio e della posta in palio, è senza dubbio quello del 26 maggio 2013. Il gol di Senad Lulic (che proprio in occasione della sfida di questo venerdì torna ad essere convocabile dopo il lungo infortunio) regala alla squadra biancoceleste la Coppa Italia, nella finalissima giocata allo Stadio Olimpico.

Per quanto riguarda l’ambito prettamente numerico e statistico, invece, l’attuale allenatore della Lazio, Simone Inzaghi, ha già affrontato la squadra giallorossa 10 volte, ottenendo 3 vittorie e 3 pareggi a fronte di 4 sconfitte. L’ultimo successo risale al marzo del 2019, quando la Lazio si impose per 3 a 0 grazie alle reti di Caicedo, del solito Ciro Immobile (che in quella occasione aveva iniziato la partita dalla panchina) e di Cataldi, che mette il sigillo al termine di un’azione corale che aveva visto la partecipazione, praticamente, di tutta la squadra, con una fitta rete di passaggi ed un gran tiro dell’ex calciatore della Primavera biancoceleste. Da giocatore, inoltre, Inzaghi di derby ne ha giocati ben 13 e, seppur non possa vantare alcuna rete in queste partite, si è spesso distinto tra i protagonisti del match. Come in occasione della stracittadina del marzo del 2000 (l’anno dello scudetto), dove servirà l’assist decisivo a Nedved per il pareggio (Veron su punizione sigillerà la vittoria biancoceleste). O ancora, in occasione del derby dell’ottobre del 2002, quando si procurerà il rigore che potrebbe consentire alla Lazio di vincere, ma Mihajlovic si farà parare il tiro da Antonioli (finirà 2 a 2).

Una sfida, quella che ci attende, che sarà ancora più particolare del solito, essendo il primo derby della storia giocato di venerdì, ma soprattutto sarà il primo ad essere giocato a porte chiuse, a causa delle limitazioni per il Covid-19. Nei mesi precedenti, infatti, a Torino, a Milano e a Genova, le relative stracittadine hanno già avuto modo di giocare in questa particolare situazione. Per la capitale, invece, questa sarà la prima volta in assoluto.

E proprio per questo motivo, al di là del risultato, vista l’assenza della cornice di pubblico che è sempre stata tra i principali protagonisti di questa sfida, quella di venerdì sera sarà una partita che entrerà certamente nella storia. Un po’ come quel primo derby degli inizi del ‘900. O come quella finale del 2013.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Sono un laziale di Piacenza e ricordo i tuoi primi passi in biancorosso, poi nella prima squadra della capitale ci hai fatto tutti impazzire !!!! Col..."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"

#CountdownToHistory: Immobile colpisce anche il Cagliari

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."
Advertisement

Altro da Rubriche