Resta in contatto

Lazio Femminile

Lazio Women, Santoro: “La mia Lazio non può stare in B”

Lazio Women, secondo posto in classifica e aria di promozione

Martina Santoro, difensore della Lazio Women, si è raccontata in una lunga intervista rilasciata a Tuttocalciofemminile.com.

Il numero 13 biancoceleste ha ribadito l’obiettivo primario della stagione delle aquilotte, la promozione in Serie A, e fatto il punto sul cammino della squadra in campionato fin qui.
Di seguito un estratto dell’intervista:

“Il mio sogno nel cassetto? Direi che il mio sogno è da tempo fuori dal cassetto. Quello che desidero lo sanno tutti. A quindici anni ero in Serie A con la Lazio. Poi, siamo retrocesse. Da quel momento il mio unico obiettivo è quello di riportare la squadra che ho nel cuore da sempre nel campionato che merita. La mia Lazio non può stare in Serie B.

Dopo un inizio di stagione non eccezionale direi che ci siamo. E, aggiungerei, era l’ora. Abbiamo già regalato un margine di vantaggio alle altre candidate alla promozione. […] Per molti osservatori noi della Lazio eravamo la squadra da battere. Ma io una cosa l’ho chiara in testa da tempo: il calcio non si prevede a tavolino, il calcio vero è quello che si gioca. E noi nelle prime partite non siamo state impeccabili. […]
Tutte le nostre avversarie danno il massimo contro di noi, ma questo è anche stimolante.

Cosa ti ha colpito della stella Martìn? Il suo essere professionista a 360 gradi. Che fosse forte tecnicamente era chiaro. Basta leggere cosa ha vinto in carriera. Ed è normale che fosse abituata a palcoscenici più importanti. Invece mi ha colpito la sua umiltà, il suo mettersi a disposizione del gruppo. Un atteggiamento molto bello. Che non era scontato.

Come sta crescendo la Lazio femminile nella Capitale? In giro c’è tanta Roma. Ci sono l’As Roma, la Roma Calcio Femminile, la Res. Ma c’è una sola Lazio. E questo, visto che sono laziale dalla testa ai piedi, mi piace molto.”

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Sono un laziale di Piacenza e ricordo i tuoi primi passi in biancorosso, poi nella prima squadra della capitale ci hai fatto tutti impazzire !!!! Col..."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"

#CountdownToHistory: Immobile colpisce anche il Cagliari

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."

Altro da Lazio Femminile