Resta in contatto

Giulio Cardone

Lazio – Bruges, le Cardopagelle: Lazzari decisivo, Ciro implacabile. Bentornato Toque

Lazio – Bruges finisce 2-2: un pareggio che manda la Lazio agli ottavi. Ecco le pagelle del direttore Giulio Cardone

Reina 6

Mezzo voto in più perché ci siamo qualificati e perché con i piedi è stato bravo come al solito. L’errore sul primo gol è azzerato dalla festa e io amo gli errori azzerati dalle feste!

Luiz Felipe 6

Mezzo voto in meno perché poteva fare di più sul gol di Vanaken, però il suo primo tempo in particolare è davvero confortante: concentrato, reattivo, “tignoso”. Ritrovarlo nella forma migliore dev’essere uno degli obiettivi di Inzaghi da qui alla sosta di Natale.

Hoedt 6+

Paga l’ammonizione, altrimenti avrebbe meritato di restare in campo: salva un gol pettinando di testa un pallone diabolico, con i piedi è sempre sicuro. Forse doveva anticipare l’uscita per opporsi a Lang: da quel tiro nasce il primo gol dei belgi. Ma ormai è giusto insistere sull’olandese come titolare al centro della difesa a 3.

Acerbi 6+

Anche lui poteva fare di più sul gol del 2-2, per questo non arrivo al 6.5. Resta il nostro baluardo, però la fase difensiva in generale dovrebbe aiutarlo di più. A volte è costretto a coprire troppo campo.

Lazzari 7,5

Decisivo perché fa espellere per falli di disperazione il povero Sobol, travolto dalla velocità del nostro sprinter. Bene così, Manuel: questa partita ti servirà per farti crescere anche in campionato.

Milinkovic 7

Può subito sbloccare il risultato di testa, ma Mignolet è lì. Sontuoso il suo primo tempo, da mezzala moderna che gestisce da trequartista il pallone e copre da mediano la sua zona. Spreca un’occasione interessante nel secondo tempo, quando paga un po’ lo sforzo dei primi 45 minuti. Gigantesco, comunque.

Leiva 7

In ritardo quando deve chiudere su Lang (tiro dell’1-1), per il resto partita da Mezzasquadra (ed è lui ad avviare l’azione del primo gol): quando esce, ho avuto veramente paura, lo confesso. Ma va centellinato, giusto così (lo scrivo e lo penso solo perché è andata bene, ovviamente…).

Luis Alberto 7,5

Gente, il faro si è acceso di nuovo. Oltre le solite giocate targate Toque, diventa decisivo quando costringe Mignolet a deviare su Correa – a porta vuota – il suo sinistro. Regista di centrocampo e d’attacco, innesca Immobile per il potenziale 3-1: una zolla ci costringerà a soffrire fino alla fine. Bentornato, Toque.

Marusic 6

Non mi è piaciuto granché stasera, un po’ confuso e troppo preoccupato di sbagliare in fase difensiva. D’altronde dalla sua parte c’è Diatta che scatta a getto continuo e gli crea tanti problemi. Meglio quando spinge, anche se potrebbe concludere meglio una bella discesa nella ripresa. Concede una punizione pericolosa commettendo un fallo inutile, deve crescere (tanto) in questi particolari. Ma non è notte da  insufficienze, questa.

Correa 7

Bello il Tucu, stasera. Concreto quando c’è da farsi trovare pronto per il tap-in dell’1-0 (dopo finta spaziale che manda al bar tutta la difesa del Bruges, liberando Luis Alberto al tiro), leggero a gestire palloni sulla trequarti, sfortunato al tiro (due volte, nella terza il colpo era a salve). E regge fino alla fine, ottima notizia.

Immobile 8

Sbaglia il gol del 3-1 per una zolla perfida, e allora? Ciro l’Implacabile è stato ancora una volta decisivo: si procura il rigore e lo segna, quel gol sarà determinante per il risultato finale. Colpisce per la nona partita consecutiva, cose da pazzi, superando Fuffo Bernardini che si era fermato a 8. In questa Champions è a quota 5 reti, quelle necessarie per trascinarci agli ottavi: sei il nostro eroe, Ciruzzo.

Radu 6

Non un periodo brillante per Stefan, che dalle sue parti viene spesso messo in mezzo dagli intraprendenti ragazzotti belgi. La sufficienza però il veterano la strappa, alla fine. Approfittando della bontà di chi festeggia mentre scrive.

Akpa Akpro 6+

Ecco, lui invece quando entra brillante lo è sempre. Fondamentale il suo lavoro in copertura nell’incub…ehm…nei sofferti minuti finali.

Escalante 6

Mezzo voto in più perché è festa, ma non è entrato bene, anche lui troppo preoccupato di sbagliare. E infatti gli è successo diverse volte, soffocato dall’ansia, nel traffico di centrocampo. Deve recuperare la condizione giusta, è evidente.

Caicedo 6

Contributo prezioso nel caos finale, soprattutto per trascinare qualche pallone nella metà campo avversaria.

Pereira 6,5

Mi è piaciuto come si è mosso in quei minuti drammatici, ha gestito il pallone in modo intelligente. Merita fiducia, ne sono sempre più convinto

Inzaghi 10

Il voto è per la storica qualificazione. Ha chiuso il girone da imbattuto, condottiero straordinario. Ma oggi il voto sarebbe 5 perché quelle sostituzioni, Simone, veramente non le ho capite: togliere tre giocatori essenziali, peraltro tutti autori di un’ottima prestazione, nel momento più delicato della partita è stata una mossa francamente autolesionista. Per il resto, gestione formidabile del gruppo in ogni gara: goditi questo “trofeo”, mister!

18 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
18 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
fabrix
fabrix
2 mesi fa

Commenti troppo generosi. Voti troppo alti. L’età anagrafica di alcuni comincia a farsi sentire. Sei sicuro che i cambi siano stati azzeccati?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Le cardiopagelle

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

stasera le chiamerei CARDIOPAGELLE

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

il santo che ci ha salvato dal 2-3 quanto ha preso in pagella? 😁

Stefano71°
Stefano71°
2 mesi fa

Io darei 8 a xanax….che non è un giocatore albanese.
Oh….Non sbaglia mai!😅

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Contento. Contentissimo. Ma secondo me pagelle troppo generose. Prendiamo,come al solito,2 goal negli unici tiri nello specchio. E veniamo salvati da una traversa interna al 93esimo…altrimenti stavamo fuori contro una squadra,modesta,ridotta a giocare 10 contro 11 per buona parte della gara. Ora é tempo della festa e festeggiamo. Ma urge correre ai ripari…perché non é possibile prendere goal ad ogni azione avversaria.

Ruggero
Ruggero
2 mesi fa

Felice strafe lice e voti x il passaggio ma sulla partita x me tutti INSUFFICIENTI con Reina 4 il resto tutti 5

Ruggero
Ruggero
2 mesi fa

Ah dimenticavo, speriamo che qualcosa di quello che ha guadagnato lo investa sul mercato, 1 portiere, 1 difensore, 1 centrocampista vero che possa sostituire Leiva…… Via Vavro, Muriqi e Fares

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Ma i tifosi che criticano la Lazio e il suo operato, credevano che andavamo in Champions e la vincevamo? Godiamoci la qualificazione, l’imbattibilità e il gruppo che consolida l’attaccamento alla maglia… Sempre a cercá il peggio,Mai a esaltare il meglio… E sai su….SFL

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

CARDIO pagelle

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Tutti euforici… Mo voio vede che je dici al Liverpool al Bayern o al Manchester city… Loro ne piano molto poche de traverse…

Maurizio
Maurizio
2 mesi fa

Ma l’avete vista la partita? Va bene la festa per il traguardo raggiunto ma la difesa a iniziare da Reina si merita adir tanto un 5
Non si può pareggiare con il Brugge in 10 finendo a difendere quel pareggio come se si giocasse contro il Real Madrid.
Sempre forza Lazio ma nascondere i problemi non fa bene a nessuno.
A mio avviso la squadra non sta bene

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

e’ ristata una cardiopartita.

Ilvio
Ilvio
2 mesi fa

di quale partita stiamo parlando? Non di ieri sera spero.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Le CARDIOpagelle..

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Dalle valutazioni di diversi commenti i voti dati sono esorbitanti. Abbiamo giocato un tempo e più con un uomo in più ed abbiamo rischiato seriamente di perdere la partita. Siamo stati veramente fortunati e meno male.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Pensatela come ve pare io continuo a dire a me reina non piace (pure presuntuoso)

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

X mattere 10 ha inzachi ci vuole coragio tanto. dopo la meta’ del secondo tempo ha fatto di tutto x perdere

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Sono un laziale di Piacenza e ricordo i tuoi primi passi in biancorosso, poi nella prima squadra della capitale ci hai fatto tutti impazzire !!!! Col..."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"

#CountdownToHistory: Immobile colpisce anche il Cagliari

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."

Altro da Giulio Cardone