Resta in contatto

News

Lazio, Inzaghi in conferenza: “Domani come una finale. Correa? Vediamo in rifinitura”

Lazio - Verona, segui con noi la diretta scritta della conferenza di Inzaghi

Lazio, le parole del tecnico in conferenza stampa

Alla vigilia dell’ultima gara della fase a gironi di Champions League Lazio-Brugge, il tecnico Simone Inzaghi ha parlato in conferenza stampa:

VIGILIA – “Domani sarà come una finale. In questi anni le finali le abbiamo giocate molto bene e speriamo che sarà così anche domani. E’ una partita importante che vorrebbe dire tanto per il club che da 20 anni non arriva a quel punto”

CORREA – “Oggi faremo allenamento, domani non ci saranno Muriqi e Lulic. Per quanto riguarda Correa, Patric e gli altri indisponibili con lo Spezia, dipenderà da come risponderanno in campo oggi in rifinitura”.

PAREGGIO – “Non ci facciamo condizionare dal pareggio. La partita è importante e chiederò ai ragazzi di arrivarci con la mente libera, perché sono capaci di battere il Brugge”

SVOLTA – “Nel cammino in Champions siamo andati oltre le aspettative. Io sapevo di poter superare il primo turno, dopo 5 gare siamo a 9 punti e in molti casi saremmo già passati. La sfida tra Zenit e Brugge ha condizionato tutto e domani daremo il massimo per superare”

PASSATO – “Non guardiamo mai indietro, ma non dimentichiamo il lavoro fatto. Mi danno gioie da quattro anni: la Champions, la Supercoppa. Domani è come mettere una nuova medaglia in bacheca. La partita è di grandissima importanza, ma ci arriveremo con la consapevolezza di essere una grande squadra”.

LAZIO-INTER – “Rispetto a quella sfida, ci sono state anche la finale con la Juve o quella con l’Atalanta. Sono partite da giocare, sono come una finale da interpretare al meglio”.

CARATTERE – “Lo spirito di squadra, la compattezza, è stato un elemento fondamentale in questo inizio di stagione. Nonostante le defezioni, la squadra si è compattata, offrendo grandi prestazioni”.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Immobile da record: Ciro a -1 dalla top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "È stato e sarà per sempre il più grande goleador del mondo e segna sempre lui, e segna sempre lui, si chiama Beppe Signori, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News