Resta in contatto

Il meglio dei Social

Immobile sbotta contro Sportmediaset: “Sono stanco e basito, vergognatevi” (FT)

Immobile sui social ha manifestato tutto il proprio dissenso e la rabbia per alcuni attacchi mediatici ricevuti

“Io sono basito. Questo non è fare giornalismo sportivo, questo è buttare fango e alimentare odio e cattiveria contro le persone. Adesso mi sono stancato di dover lasciar perdere sempre e ingoiare accuse completamente ingiuste. Sono stanco e schifato nel dover leggere delle parole sulla mia persona che mi fanno rabbrividire. Se proprio dovete, parlate del  Ciro giocatore perché voi col Ciro uomo non siete degni di farlo. Vergognatevi!!”.

Questo il lungo sfogo di Immobile su Instagram. Il centravanti della Lazio si dovrebbe riferire in particolare a un servizio odierno realizzato da Sportmediaset, che ha messo in dubbio il suo comportamento nella vicenda dei tamponi.

15 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
15 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
7 giorni fa

CIRO SONO INVIDIOSI DI TE FAIE LE CORNA PORTANO JELLA E SFIGA ,SONO GIORNALISTI DI G
D.S. È JUVENTINI E ROMANISTI

Ruggero
Ruggero
7 giorni fa

Sono tutti schiavi dei padroni, fanno una brutta vita sempre a inchinarsi senza onore e dignità.
Bravo Ciro fai parlare il campo tu sei nella nostra storia, adesso portaci a ” Lottare x il Tricolore “

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 giorni fa

Giusto. Questi pennivendoli da due soldi!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 giorni fa

Il problema per qualcuno è chiaramente Lotito e l’integrità morale di alcuni pseudo giornalisti che si prestano o vendono al gioco. Detto questo.. Ciro falli piagne!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 giorni fa

feccia immonda con la cravatta

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 giorni fa

Tranquillo.Ciro tu SEI NOSTRO il resto è FUFFA SEI UN GRANDE

Dirk
Dirk
8 giorni fa

Deve assolutamente intervenire la società S.S.LAZIO perchè Ciro Immobile è un suo componente e come tale deve essere tutelato. Sarebbe inaccettabile che ci passasse sopra e non si rivalesse pesantemente su questi pseudo giornalisti che degradano fortemente la loro categoria.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 giorni fa

Non vi preoccupate per loro è solo goliardia, per noi sono solo poveracci, S. F. L.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 giorni fa

Certa gente bisognerebbe prenderla a bastonate

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 giorni fa

Credo serva una discesa in campo Ultras….

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 giorni fa

Giù le mani dalla Lazio e i nostri giocatori, i nodi stanno arrivando al pettine, se ne pentiranno presto..

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 giorni fa

Ciro, metti paura a quei codardi. Continua così. Avanti Lazio!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 giorni fa

GRANDE CIRO… Guarda e passa e non ti curar di loro. DANTE ALIGHIERI L INFERNO della divina commedia. I DANNATI. GRANDE CIRO E GRANDE LAZIO.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 giorni fa

Devono morì gonfi…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 giorni fa

Grande Ciro… Sempre

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "In eterno per noi laziali lui e' e rimarrà per sempre lui il simbolo della nostra amata lazio!!!"
Immobile

#CountdownToHistory: Immobile stacca Signori in Serie A

Ultimo commento: "Prendere Piola la vedo dura ... "

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Il suo dito che esce fuori dalla nebbia al derby. Non si vedeva nulla ma la palla era dentro la rete! E segna sempre lui!"
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Fascetti una persona indimenticabile, grazie"

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Uber grande laziale, quando ero bambino mio papà mi raccontava sempre di questo signore ero che per non indossare un altra maglia, preferì..."

Altro da Il meglio dei Social