Resta in contatto

News

Lazio, avv. Gentile: “Abbiamo denunciato la Gazzetta. Retrocessione? Solo terrorismo”

Immobile

Lazio, le parole dell’avvocato Gentile su Immobile e non solo

L’avvocato della Lazio Gian Michele Gentile è intervenuto a Radio Punto Nuovo per fare chiarezza sulla situazione Ciro Immobile e non solo:

GAZZETTA DELLO SPORT – “Tamponi ballerini? Abbiamo due processi, uno sportivo ed uno in Campania nella quale si parla solo della prassi burocratica della Figc su chi deve segnalare un eventuale positivo. Mai messo in discussione che non si siano mai messi i risultati dei tamponi. Abbiamo denunciato la Gazzetta dello Sport, sappiamo perché lo fanno, anche per la gara con il Torino. Per questo li abbiamo denunciati, abbiamo una vertenza in corso che nasce dopo questa campagna contro la Lazio. Sulla vicenda scientifica dei tamponi, abbiamo una consapevolezza diffusa, anche da come viene eseguito. L’altezza del prelievo del naso incide. Sarebbe una follia se un presidente mandasse a giocare un calciatore positivo per poi far positivizzare anche gli altri. Nessuno dei giocatori della Lazio, a qualsiasi sistema si faccia riferimento, italiano o europeo, è sceso in campo col minimo dubbio”.

IMMOBILE – “Immobile, prima della sfida contro il Torino, aveva fatto un tampone che aveva accertato la negatività, dopo un ciclo che aveva testimoniato lo stesso percorso, come accertato anche dalle indagini”.

GENE N – “Il gene N? Un sintomo di una situazione di malessere che non è inequivocabilmente sintomo del coronavirus. Quando compare va fatto il tampone molecolare, se il molecolare è negativo, allora il gene N è sintomo di altro. Il problema è che la Uefa dà risalto al gene N, dice che è sintomo di coronavirus. La Lazio ha mandato i tamponi al Campus Biomedico: quando il Campus ha detto che i tre calciatori avevano il gene N, la Lazio ha fatto i tamponi che hanno dato esito negativo. Nessun calciatore è entrato in campo con il dubbio che potesse essere positivo.

CONSEGUENZE – “La Lazio rischia retrocessione o penalizzazione? La Gazzetta semina terrorismo. L’unica contestazione fatta alla Lazio è stata quella di non aver fatto la segnalazione alla Asl, ma che parte da una errata revisione della nomenclatura giuridica, perché è il laboratorio a dover comunicare. Il laboratorio di Avellino ha fatto qui i tamponi ed ha dato regolare comunicazione all’Asl di Roma. La contestazione che ci è stata fatta dalla Procura Federale è un ritardo di due giorni”

10 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
10 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
15 giorni fa

Era ora

Commento da Facebook
Commento da Facebook
15 giorni fa

Bene così

Commento da Facebook
Commento da Facebook
15 giorni fa

Daje CIROOO

ADESSO FATEGLIE MALE a STI MALAFEDE…!!!
Che loro in STUDIO stanno in 7 senza Mascherina e noi pure al bagno c’è dove o andà

Commento da Facebook
Commento da Facebook
15 giorni fa

Finalmente

Commento da Facebook
Commento da Facebook
15 giorni fa

E le iene?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
15 giorni fa

Alleluja.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
15 giorni fa

A nvidiosi

Commento da Facebook
Commento da Facebook
15 giorni fa

Eraora

Commento da Facebook
Commento da Facebook
15 giorni fa

💪😘Forza ciro

Commento da Facebook
Commento da Facebook
15 giorni fa

Voliamo controvento…..ma le ns ali non smetteranno mai di
s
battere….ed allora a caccia della preda….VOLA LAZIO VOLA!!!🛫🛫🛫

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Avevo 13 anni, ricordo perfettamente tutto, il mio idolo era Chinaglia, piansi molto, ricordo anche un susseguirsi di eventi uno dietro l'altro e non..."
120 anni di Lazio, la top 11 di sempre: Re Cecconi la spunta sul Sergente

Lazio, Re Cecconi oggi avrebbe compiuto 72 anni

Ultimo commento: "Non potrò mai dimenticare quella scia bionda che disegnava traiettorie alla velocità della luce in mezzo al campo... Ho visto un Re"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "In eterno per noi laziali lui e' e rimarrà per sempre lui il simbolo della nostra amata lazio!!!"
Immobile

#CountdownToHistory: Immobile prosegue la scalata verso la leggenda

Ultimo commento: "Prendere Piola la vedo dura ... "

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Il suo dito che esce fuori dalla nebbia al derby. Non si vedeva nulla ma la palla era dentro la rete! E segna sempre lui!"

Altro da News