Resta in contatto

Consigli per gli acquisti

Botond Balogh, potenza fisica scuola Parma

Botond Balogh è il protagonista del nuovo consiglio di calciomercato. Il classe 2002 è un possente centrale di difesa del Parma

Si ringrazia per la scheda il sito worldfootballscouting.com

Botond Balogh

Data di nascita: 06/06/2002
Ruolo: Difensore centrale
Altezza: 189 Cm.
Piede: Destro
Club: Parma

Ha debuttato con il Parma in Coppa Italia, nel match vinto dalla sua squadra per 3-1. Alla fine della partita ha rilasciato alcune dichiarazioni a un sito ungherese, dichiarando che voleva far parte del gruppo per la prossima trasferta a Milano contro l’Inter. Ma contro ogni più rosea aspettativa il tecnico Liverani lo ha addirittura schierato dal primo minuto, in una gara condotta fino alla fine dagli emiliani, raggiunti soltanto in extremis sul 2-2 dal gol di Perisic.

Caratteristiche tecniche e tattiche:

Balogh è un difensore centrale forte fisicamente, bravo nel gioco aereo e aggressivo in marcatura: raramente perde di vista l’attaccante e spesso usa le braccia (a volte anche troppo) per mantenere il contatto con il suo diretto avversario, risultando talvolta “asfissiante”. In Italia si è fatto soprattutto apprezzare per la sua aggressività sull’uomo, ma nelle nazionali giovanili ungheresi si è anche distinto per una certa intraprendenza in fase di impostazione, palesando una buona tecnica di base. A causa della sua stazza considerevole, va un po’ in sofferenza nei primi metri di corsa, patendo così gli attaccanti dotati di uno spiccato cambio di passo (per questo tenta più volte l’anticipo). Tatticamente ha giocato sia in una difesa a 3 che in una linea a 4.

Farebbe comodo alla Lazio perché:

Balogh somiglia molto a Kumbulla e la Lazio – prima che il ragazzo esploda definitivamente, e diventi titolare inamovibile nel Parma, attirando così su di se le attenzioni di altri top club italiani ed europei – dovrebbe giocare di anticipo già nel
prossimo mercato di gennaio.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Mito e Bandiera per Sempre!"
Immobile

#CountdownToHistory: col gol al derby, Immobile supera anche Rocchi nello score delle stracittadine

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Ricordo bene quei giorni e inoltre Pablito e' sempre stato umile, equilibrato, rispettoso. Una di quelle persone che rispetti profondamente anche se..."
120 anni di Lazio, la top 11 di sempre: Re Cecconi la spunta sul Sergente

Lazio, Re Cecconi oggi avrebbe compiuto 72 anni

Ultimo commento: "Non potrò mai dimenticare quella scia bionda che disegnava traiettorie alla velocità della luce in mezzo al campo... Ho visto un Re"

Altro da Consigli per gli acquisti