Resta in contatto

News

Premio Manlio Scopigno, Inzaghi: “Pereira ha qualità che ci potrebbero aiutare tantissimo”

Quattro anni fa: il 3 aprile 2016 Inzaghi si prendeva la panchina della Lazio

I Fratelli Inzaghi hanno ricevuto il premio Manlio Scopigno come migliori allenatori di A e B per la scorsa stagione.

Ad Amatrice è andata in scena la cerimonia per il premio Manlio Scopigno. Premiati come migliori allenatori delle rispettive categorie i due fratelli Inzaghi, per le scorse ottime stagioni di Lazio e Benevento.

Simone e Pippo sono intervenuti in diretta Skype per ricevere i complimenti rispondere ad alcune domande dei cronisti. Subito è stata sottolineata la bella parentesi familiare di sabato scorso, con la  telefonata dei due al padre, commosso dopo le rispettive vittorie contro Cagliari e Sampdoria.

Per primo ha preso la parola il maggiore dei due.

Premio importante che voglio condividere con staff, giocatori e famiglia. Senza di loro non l’avrei mai vinto. In Serie A c’è tanto da lavorare. A Genova non ci siamo accontentati dopo il 2 a 2. Molti ci danno per retrocessi annunciati ma cercheremo di vendere cara la pelle.

Poi prende la parola Simoncino che si complimenta con Pippo, dando via a un siparietto. “Simone non può dire che sono più bravo io! Può succedere solo il contrario“, la risposta divertita.

Sempre Filippo ha poi parlato di moduli di gioco e di come vede, da esterno, la Lazio di quest’anno.

Non penso ci sia un modulo che ti fa vincere sempre. L’allenatore bravo è quello che trova l’abito giusto per i giocatori che ha. L’hanno scorso son partito con un 4-4-2, poi sono passato al 4-3-1-2. Chiaro che invece Simone vada avanti per la sua strada che fino a qui gli ha dato tante soddisfazioni.

Secondo me la Lazio sarà protagonista. Nei titolari sono una grande squadra che può lottare con juve, Inter. Giocare ogni tre giorni è complicato gli altri sono più forti, ma penso che come sempre saranno competitivi. Sono organizzati, giocano a memoria. In amichevole mi hanno dato una prova di forza. non a caso hanno vinto coppe e conteso lo scudetto alla Juve. Ci si accorge anche solo guardandoli della forza che hanno“.

Le parole di Simone Inzaghi

È stato un bel sabato per tutti. Giusto goderselo fino infondo. Nel calcio ci sono tante partite ravvicinate cambiano i momenti, ma è giusto festeggiare il bell’esordio per la nostra famiglia.

Io penso che ognuno da allenatore e prima da calciatore ha fatto il proprio percorso. Io ho cominciato dalla Lazio, Pippo dal Milan e poi riconquistarsi con fatica la A. Noi dipendiamo sempre dalle rose e dai giocatori. La nostra fortuna sono loro. Noi abbiamo passione per quello che facciamo, che ci aiuta nella nostra professione, come prima per fare i calciatori.

Secondo me il Benevento può salvarsi, la società è organizzata l’allenatore e lo staff sono ottimi. Chiaro che le tre neopromosse siano le tre più a rischio, ma sono convinto che loro se la giocheranno fino alla fine, sperando di coinvolgere altre squadre al loro posto.

Stiamo lavorando per allargare le rotazioni della rosa, è quello che stiamo cercando di fare tutti insieme, sapendo che ora tre partite in una settimana non ci volevano. Ma c’è stato questo rinvio e ci stiamo attrezzando con la società per avere più rotazioni.

Sui nuovi c’è un problema di indice. Devono uscire alcuni per far entrare altri. Abbiamo delle uscite che non si stanno concretizzando. Sappiamo di essere in ritardo. Dobbiamo lavorare bene nei prossimi 4 giorni con questi incontri ravvicinati, ma come ha detto il direttore, questa settimana è importante ma dopo la sosta si ripartirà il 17 ottobre con la squadra in ordine. Adesso la situazione in entrata è un po’ rallentata.

Il problema in questo momento è che queste tre partite ci hanno messo un po’ di difficoltà, complice l’infortunio di Ramos e siamo un po’ corti. Ma sono convinto che con la chiusura del mercato da ottobre sarà tutto diverso, certamente.

Pereira lo conosco. Ha qualità che ci potrebbe aiutare tantissimo. Non mi va però di parlare di chi non ho. Igli in queste cose ci sa fare. Sicuramente è un giocatore di qualità che potrebbe aiutarci. Vedremo se arriverà o no.

In questi giorni chi ha scritto e parlato di rapporto freddo tra me e Lotito era poco e male informato. Il nostro rapporto va avanti dal 2004 in maniera tranquilla. Ognuno fa il proprio lavoro nel migliore dei modi. Mi rapporto sempre molto bene, con Tare, Peruzzi, col presidente ci sono confronti quasi quotidiani. Un contratto già c’è, e non c’è fretta. Cerchiamo di lavorare nel migliore dei modi“.

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
7 mesi fa

Daje mister sei il migliore per la nostra amata Lazio

Commento da Facebook
Commento da Facebook
7 mesi fa

🦅 👍🏼 ⚽ 💯 🇮🇹

Commento da Facebook
Commento da Facebook
7 mesi fa

Quando lo sai che non e’ un campione, e puoi dire solo, ‘ci puo’ dare una mano’….

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Avevo 12 anni ero uno che quando segnava chinaglia urlavo e piangevo di gioa ,avevamo vinto due anni prima lo scudetto e appena quattro anni prima ero..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "rimpiazzato ovviamente da William Vecchi"

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Sono un laziale di Piacenza e ricordo i tuoi primi passi in biancorosso, poi nella prima squadra della capitale ci hai fatto tutti impazzire !!!! Col..."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"

#CountdownToHistory, Immobile aggancia Piola. Anzi no…! Ecco quanto manca

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Advertisement

Altro da News