Resta in contatto

News

De Laurentiis, il Codacons chiede di aprire un’indagine per epidemia dolosa

Napoli - Atalanta, Aurelio De Laurentiis

De Laurentiis rischia grosso dopo l’episodio della scorsa settimana

La settimana scorsa ha fatto molto scalpore la decisione di Aurelio De Laurentiis di partecipare all’Assemblea di Lega nonostante fosse in attesa dei risultati del tampone per il Coronavirus, risultato poi essere positivo. Il patron del Napoli aveva avvertito alcuni sintomi che però non l’hanno fermato dal recarsi a Milano e mettere in pericolo i presenti. Oggi il Codacons (Coordinamento delle associazioni per la difesa dell’ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori) ha deciso di presentare alla Procura di Milano un esposto per chiedere l’apertura di un’indagine per epidemia dolosa. Sulle pagine di Adnkronos è apparso il testo dell’esposto:

“Come noto De Laurentiis, risultato positivo al Covid-19, si era presentato in assemblea di Lega Calcio mercoledì scorso (nello stesso pomeriggio avrebbe ricevuto l’esito positivo del tampone effettuato prima di partire per Milano), nonostante avvertisse un leggero malessere, mal di stomaco e dissenteria, così avrebbe spiegato ai colleghi, ai quali non era sfuggito il fatto che fosse meno effervescente del solito e con il viso un po’ pallido. In molti hanno stigmatizzato il comportamento del presidente del Napoli: il sindaco De Magistris ha parlato di ‘comportamento censurabile’, mentre il virologo Andrea Crisanti ha definito il comportamento di De Laurentiis irresponsabile: ‘Chi sta male dovrebbe restare a casa. Una persona come lui dovrebbe dare l’esempio’. Alla luce di quanto rappresentato si ritiene necessario fare il quadro della situazione in modo ancor più approfondito considerando che quello della salute nazionale è senza dubbio un interesse di rango primario, ritenendosi necessario, opportuno e doveroso accertare se possa sussistere una responsabilità del Patron del Napoli Aurelio De Laurentiis che mercoledì 9 settembre si sarebbe presentato all’assemblea di Lega Calcio di serie A nonostante non stesse bene e senza mascherina, per avere potenzialmente posto in pericolo la sicurezza e l’incolumità’ pubblica, per violazione dell’art. 32 della Costituzione, e per epidemia dolosa e/o per dolo eventuale”

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Ho avuto la fortuna di conoscerlo, parlarci per ore ed era prorprio come viene descritto da tutti. Ho ancora la sua maglia originale: quella con il 9,..."
Immobile

#CountdownToHistory: Immobile a un passo da Signori

Ultimo commento: "Forza Ciro guidaci verso una conquista importante come Giorgio Chinaglia. ..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Il suo dito che esce fuori dalla nebbia al derby. Non si vedeva nulla ma la palla era dentro la rete! E segna sempre lui!"
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Fascetti una persona indimenticabile, grazie"

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Uber grande laziale, quando ero bambino mio papà mi raccontava sempre di questo signore ero che per non indossare un altra maglia, preferì..."

Altro da News