Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Consigli per gli acquisti

Karamoko Dembelè, dalla Costa d’Avorio alla Scozia passando per Londra

Karamoko Dembelè

Karamoko Dembelè è il protagonista del nuovo consiglio per gli acquisti. Ecco le caratteristiche di questo giovane mancino classe 2003 del Celtic.

Si ringrazia per la scheda il sito worldfootballscouting.com

Data di nascita: 22/02/2003
Altezza: 160 cm.
Piede preferito: Destro
Club: Celtic
Scadenza contratto: 30/06/2021

Karamoko Dembelè è nato a Londra da genitori provenienti dalla Costa D’Avorio: ha la tripla nazionalità il giovane talento del Celtic, che si è trasferito in Scozia all’età di un anno. La sua “carriera” calcistica è iniziata nel 2008, all’età di cinque anni per il Park Villa Boys Club, ed è stato riconosciuto subito come un prodigio, finendo a dieci anni nel Celtic. Nel 2013 fu persino invitato da Brendan Rodgers a partecipare ad un allenamento in prima squadra, con cui ha esordito nel maggio del 2019 contro l’Hearts.

Caratteristiche tecniche e tattiche:
È un ala destra, ma può essere impegnato anche a sinistra o sulla trequarti. Dotato di un ottimo mancino, è veloce e abile nel dribbling. Ha un ottima precisione nel servire gli assist e una visione di gioco allucinante, considerando la sua giovane età. L’ottimo senso della posizione e rapidità nelle gambe gli consentono di sfuggire alle marcature. Non è molto alto, ma è agilissimo nei movimenti e bravo dai calci da fermo.

Farebbe comodo alla Lazio perché:
Potrebbe seguire il percorso tracciato per Adekanye, che piano piano sta crescendo a Formello. La classe e il talento – che non gli mancano – potrebbero farlo decollare nella squadra biancoceleste. Certo, stiamo sempre parlando di un sedicenne, ma, così come
avviene in altri campionati europei, se ci sono vere potenzialità bisogna avere il coraggio di farle emergere.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Quella splendida maglia Umbro e quel numero 11 sulla schiena. Ricordi indelebili della mia adolescenza. Beppe per sempre nel mio cuore."

Immobile da record: superato Inzaghi in Europa

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da Consigli per gli acquisti