Resta in contatto

Calciomercato

ESCLUSIVA – Muriqi vede il Fenerbahçe: la Lazio monitora la situazione

Lazio, aumenta la concorrenza per Muriqi: l'offerta del Tottenham

Lazio, il nome Vedat Muriqi è accostato con insistenza da qualche giorno ai colori biancocelesti.

Lazio, Simone Inzaghi è stato chiaro: il tecnico biancoceleste ha chiesto due attaccanti – uno qualora partisse Caicedo – alla società biancoceleste, il tutto confermato poche settimane fa dalle dichiarazioni pubbliche di Igli Tare: “arriveranno una o due punte”. Il primo nome sul taccuino della società rispecchia quello di Borja Mayoral, una trattativa ad un passo dalla chiusura.

LA SITUAZIONE

Come raccolto in esclusiva dalla redazione di SololaLazio.it, nelle prossime ore andrà in scena un contatto tra il centravanti kosovaro e il Fenerbahçe. Muriqi, nonostante l’amore dei tifosi turchi, che in questi giorni stanno inondando i profili social del ragazzo con messaggi d’amore, chiederà al presidente Ali Koç di essere ceduto. Le richieste al ragazzo non mancano, l’ultima in ordine di tempo è arrivata dal Levante, che sta cercando un calciatore – seppur con caratteristiche diverse – per sostituire Borja Mayoral. Il Fenerbahçe parte da una valutazione del cartellino del ragazzo di 15 milioni di euro, troppi per il club spagnolo che si è spinto ad offrire 10 milioni di euro. Muriqi, inoltre, non sarebbe molto convinto della destinazione spagnola.

LO SCENARIO

Il giocatore è intrigato dal progetto Lazio, anche se al momento il club biancoceleste non ha presentato nessuna offerta al club turco. Tare e Inzaghi hanno individuato nel classe 1994 il perfetto erede di Caicedo, ma solo dopo la cessione del numero 20 partirà l’assalto a Muriqi. Il calciatore aspetta l’offerta biancoceleste, messa in cima alla lista dei suoi desideri, e nel frattempo cercherà di convincere la sua attuale società a farlo partire per una nuova avventura europea.

 

 

6 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
6 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Altro da Calciomercato