Resta in contatto

Calciomercato

Lazio, ottimismo su Inzaghi. Per David Silva pronti un aereo ed una super casa

Igli Tare e Simone Inzaghi

Lazio: il rinnovo del tecnico la priorità. Per lo spagnolo pronti un aereo privato e una casa

Il doppio piano Champions della Lazio: tenersi Inzaghi e convincere David Silva. Il futuro dell’allenatore è una delle questioni che tiene banco nella Capitale. A Formello sono sicuri che rimarrà, nonostante alcune tensioni con la dirigenza (ingaggio e mercato) e l’interesse sempre vivo della Juventus. Ha un contratto fino al 2021 e Lotito non lo libererà prima, è certo. Inzaghi si sente un tifoso laziale, ha riportato in Champions la squadra con cui ha siglato un patto per affrontarla tutti insieme ed è stato accontentato con l’acquisto a sinistra di Fares, una sua precisa richiesta (affare da circa 7 milioni). Il tecnico ora è in vacanza a Roma in attesa, tra pochi giorni, di diventare papà per la terza volta. C’è tempo per discutere del rinnovo: le parti sono in contatto e si rivedranno a ridosso del ritiro o direttamente ad Auronzo. Una soluzione si troverà e i giorni dopo le ferie saranno utili per incontrare altri giocatori da blindare con un nuovo contratto, come Immobile (nominato ieri miglior attaccante della Serie A dalla Lega) e Acerbi.

Con la qualificazione in Champions, l’asticella si è alzata. Per questo la Lazio è ancora in attesa di capire cosa deciderà David Silva, il colpo che Tare sogna di regalare alla piazza. Svincolatosi dopo nove anni dal Manchester City, il centrocampista 34enne ha ricevuto un’offerta per un biennale – con opzione per il terzo – da 4 milioni a stagione bonus compresi. Lui ne vorrebbe cinque di base fissa più premi, dunque tra le parti ne balla almeno uno di differenza: un motivo che complica la buona riuscita della trattativa. A Formello ci sperano e continuano a seguire una precisa strategia, quella utilizzata nel 2011 con Klose. Al di là dell’ingaggio (previsto il classico inserimento dell’Inter), l’obiettivo è far innamorare Silva del progetto biancoceleste, come accadde con il ‘mito’ tedesco. La Lazio sta corteggiando in ogni modo lo spagnolo, che insieme al fratello ha già visitato il centro sportivo. Lo sta trattando come un vero top player: avrà a disposizione un aereo privato, per accorciare le distanze con la Spagna e la famiglia cui è molto legato, e un’elegantissima casa nel pieno centro di Roma. Una serie di benefit per provare a convincere l’ex stella di Guardiola a diventare l’uomo copertina del ritorno in Champions dopo tredici anni.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Gufi gufi marameo tutti giù dal Colosseo...Insieme a Maestrelli l'allenatore più importante della Lazio. Onore a lui"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Prima partita allo stadio: Lazio-Verona 4-2. Avevo sette anni. Come potrei dimenticare? Gladiatore puro. Decise di andarsene perche' la Roma degli..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Il mio primo gol della Lazio vista dal vivo lo ha segnato lui. Mio idolo di infanzia che ha aumentato la mia fede laziale. Immenso!"

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Uber grande laziale, quando ero bambino mio papà mi raccontava sempre di questo signore ero che per non indossare un altra maglia, preferì..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Altro da Calciomercato