Resta in contatto

News

Lotito, Gazzetta dello sport: “Il doppio crac dell’arroganza”

Lazio, Lotito cerca la pace con i calciatori sul fronte stipendi

La Gazzetta dello Sport oggi sottolinea che i risultati delle squadre di Lotito, nonostante i suoi sforzi durante il Lockdown sono stati deludenti.

“Il doppio crac dell’arrogante patron Lotito”. Così titola stamattina un pezzo sulla Gazzetta dello Sport che parla dei risultati ottenuti da Lazio e Salernitana. Le grida al complotto, durante il lockdown, se non si fosse ripreso a giocare, scrive la rosea, non hanno evidenziato doti di umiltà e buonsenso altrettanto ottime come quelle manageriali.

La Lazio ha chiuso al 4° posto dopo che era stata seconda a -1 dalla Juventus. La Salernitana ha addirittura fallito l’accesso ai playoff per la promozione. Le sue uscite arroganti e di cattivo gusto, come le descrive il quotidiano, hanno inondato i social e ora, sempre secondo le pagine del giornale sportivo, il numero 1 laziale se potesse proverebbe ad agire contro quelle piattaforme come  Trump sta facendo con TikTok.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Fabrix
Fabrix
2 giorni fa

Lotito personaggio scomodo e non allineato. I padroni della Gazzetta della Sport che si reggono sui finanziamenti statali come potrebbero non essergli contro?

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Non sarebbe durato un solo giorno con questa Società. Lui,uomo onesto e vero."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Il mio primo gol della Lazio vista dal vivo lo ha segnato lui. Mio idolo di infanzia che ha aumentato la mia fede laziale. Immenso!"

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Uber grande laziale, quando ero bambino mio papà mi raccontava sempre di questo signore ero che per non indossare un altra maglia, preferì..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Sono della Lazio dalla nascita, anni 50, nel periodo di Chinaglia eravamo tifosi più di Chinaglia che della Lazio, è strano ma è cosi, nessuno ha..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Altro da News