Resta in contatto

Casa Lazio

Formello, riecco Marusic. Si scalda Djavan Anderson

Lazio, nuovo giorni di test clinici per i biancocelesti

Esperimenti anti-Juve a Formello per Inzaghi, in piena emergenza. Si rivede Marusic in campo e a sinistra si candida Djavan Anderson.

Allenamento di rifinitura a Formello. In vista di Juve – Lazio Inzaghi ha sperimentato Djavan Anderson sulla corsia di sinistra. Il brasiliano si candida come possibile alternativa a Jony e Lukaku, perché con le sue caratteristiche potrebbe aiutare a contenere Cuadrado e Douglas Costa. Sul lato opposti si rivede Marusic, che oggi ha svolto l’intera seduta. Ma l’emergenza è tutt’altro che finita.

Gli affaticati e acciaccati, tenuti a riposo nei giorni scorsi, hanno svolto oggi di fatto il primo allenamento completo. Lo stesso montenegrino, che sembra poter recuperare per queste ultime partite, non è comunque in condizione di scendere in campo dal primo minuto. E nelle ultime ore si è aggiunta anche la grana Luis Alberto. Lo spagnolo ha svolto solo la prima sgambata con le esercitazioni tattiche stamattina, ma niente partitella.

Segnali non positivi, ma potrebbe anche essere stata una scelta di gestione delle forze. Inzaghi infatti non sembra intenzionato a rinunciare al numero 10 in mezzo al campo. Inamovibile anche Milinkovic e straordinari per Parolo, che in regia giocherà la settima da titolare consecutiva.

In difesa per Radu il campionato sembra essere finito. Il problema al polpaccio non è recuperabile in così poco tempo. Patric sconterà l’ultima giornata di squalifica. Quindi a disposizione ci sono solo Luiz Felipe, ancora non al meglio, Acerbi e Bastos, che comporranno la linea titolare, e Vavro, che andrà in panchina. Davanti confermato il tandem Caicedo-Immobile, con Adekanye pronto a subentrare. Ma tra i convocati ci sarà anche il giovane Raul Moro, tornato oggi a lavorare sul campo con la squadra, dopo lo stiramento subito poco prima della ripresa a fine giungo.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Ho avuto la fortuna di conoscerlo, parlarci per ore ed era prorprio come viene descritto da tutti. Ho ancora la sua maglia originale: quella con il 9,..."
Immobile

#CountdownToHistory: Immobile a un passo da Signori

Ultimo commento: "Forza Ciro guidaci verso una conquista importante come Giorgio Chinaglia. ..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Il suo dito che esce fuori dalla nebbia al derby. Non si vedeva nulla ma la palla era dentro la rete! E segna sempre lui!"
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Fascetti una persona indimenticabile, grazie"

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Uber grande laziale, quando ero bambino mio papà mi raccontava sempre di questo signore ero che per non indossare un altra maglia, preferì..."

Altro da Casa Lazio