Resta in contatto

Il meglio dei Social

Keita mostra le sue maglie: niente Lazio, sì Totti e De Rossi

L'ex Keita sulla Lazio: "Io e Lotito come padre e figlio"

Keita Balde ancora contro il suo passato biancoceleste

L’attaccante del Monaco Keita Balde torna a far storcere il naso ai tifosi della Lazio. Il senegalese, infatti, in più occasioni si è espresso sui social con messaggi o immagini che hanno infastidito molto i tifosi biancocelesti, come ad esempio i complimenti all’Atalanta dopo il successo di Immobile e compagni inizio ripresa. L’ultima? Ieri sera. Sul suo profilo social sono apparse due formazioni create con le sue magliette da collezione, non solo non ci sono giocatori della Lazio, ma sono invece presenti Francesco Totti e Daniele De Rossi, bandiere della Roma.

ECCO IL POST:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Alcune maglie a casa 😅 Squadra A vs squadra B Chi vince ..? 😯🤔

Un post condiviso da Keita Balde (@keitabaldeofficial) in data:

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Filogamo
Filogamo
20 giorni fa

Complimenti per l’articolo : è chiarissimo e spiega bene le cose soprattutto quando dice ‘complimenti all’Atalanta dopo il successo di Immobile e compagni inizio ripresa” e poi quando scambia la maglia di Kolarov per quella di De Rossi.
Lasciate perdere.

Gabriele
Gabriele
21 giorni fa

La maglia è di Kolarov e non De Rossi…manco le basi…che ignoranza…

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Non sarebbe durato un solo giorno con questa Società. Lui,uomo onesto e vero."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Il mio primo gol della Lazio vista dal vivo lo ha segnato lui. Mio idolo di infanzia che ha aumentato la mia fede laziale. Immenso!"

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Uber grande laziale, quando ero bambino mio papà mi raccontava sempre di questo signore ero che per non indossare un altra maglia, preferì..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Sono della Lazio dalla nascita, anni 50, nel periodo di Chinaglia eravamo tifosi più di Chinaglia che della Lazio, è strano ma è cosi, nessuno ha..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Altro da Il meglio dei Social