Resta in contatto

Oltre la Lazio

Udinese, Pinenda: “Il 5 maggio 2002 mi rifiutai di partecipare al biscotto”

L’ex calciatore dell’Udinese Mauricio Pineda ha parlato a La Nacion rivelando un retroscena del 5 maggio 2002.

Il 5 maggio del 2002 è una data rimasta emblematica nella storia del calcio italiano. L’Inter tracolla all’Olimpico contro la Lazio e la Juventus a Udine e si laurea Campione d’Italia, proprio ai danni dei nerazzurri. E di quella sfida al Friuli ha parlato Mauricio Pinenda.

L’ex calciatore dell’Udinese ha raccontato al quotidiano argentino La Nacion di come si sia rifiutato di scendere in campo per prendere parte a una partita biscottata.

“Ci eravamo salvati la settimana precedente e dovevamo affrontare la Juventus, che aveva bisogno di vincere la partita per conquistare lo Scudetto. Era l’ultima giornata, loro vinsero 2-0 e si laurearono campioni, mentre l’Inter di Hector Cuper perse a Roma. Quella stagione avevo giocato sempre da titolare, ma quella volta non volli scendere in campo. Non volevo partecipare al biscotto. Dissi di avere un fastidio muscolare.

A chi mi chiede perché ne sto parlando solo ora dopo 20 anni, rispondo che non capisco la sorpresa. Nessuno me lo ha mai chiesto. Sono scomparso dall’ambiente del calcio, ma non avrei avuto problemi a raccontare questa cosa se me lo avessero chiesto prima”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Prima partita allo stadio: Lazio-Verona 4-2. Avevo sette anni. Come potrei dimenticare? Gladiatore puro. Decise di andarsene perche' la Roma degli..."
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Ero giovanotto e seguivo la squadra in quegli anni difficili. No come oggi che si fa polemica se arrivi secondo o quarto. Rimane sempre nel mio cuore..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Il mio primo gol della Lazio vista dal vivo lo ha segnato lui. Mio idolo di infanzia che ha aumentato la mia fede laziale. Immenso!"

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Uber grande laziale, quando ero bambino mio papà mi raccontava sempre di questo signore ero che per non indossare un altra maglia, preferì..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Altro da Oltre la Lazio