Resta in contatto

News

Lazio a 1000 contro il Torino. Altra vittoria in rimonta e -1 dalla Juventus.

Torino-Lazio finisce 1-2. Altra rimonta per i biancocelesti che vale la millesima vittoria della storia e il momentaneo -1 dalla Juve.

Mille volte Lazio. Centrato il traguardo storico di vittorie per i biancocelesti in Serie A. Contro il Torino finisce 1-2 per gli uomini di Inzaghi che fanno un altro passo verso la Champions e mettono pressione alla Juventus.

A mille ci va anche il morale di calciatori e tifosi. Altra vittoria in rimonta dopo quella contro la Fiorentina tre giorni fa. Immobile e Parolo ribaltano il risultato e proiettano le aquile a -1 dalla capolista. Si può continuare a sognare.

Padroni di casa subito in vantaggio con Belotti che trasforma un rigore concesso per fallo di mano di Immobile. Decisione fiscale ma che ci può stare con le nuove regole che tanto stanno facendo discutere quest’anno. Molto peggio semmai è il penalty non concesso sul finale di primo tempo su Milinkovic, travolto in area da ben due calciatori granata. In mezzo ai due episodi poco altro. Immobile si mangia un paio di occasioni, la difesa contiene bene le folate offensive granata e in generale la partita la fa la Lazio.

Nel secondo tempo il ritmo sale da subito. Luis Alberto effettua l’ennesima giocata visionaria della stagione, Immobile insacca e da quel momento è un continuo forcing laziale. Il Toro si fa vedere in contropiede, ma il gol lo trova Parolo a un quarto d’ora dalla fine. Azione di Lukaku che pesca Milikovic. Sirigu para, palla che resta lì e centrocampista di Gallarate la butta dentro, favorito da una leggera deviazione.

I tentativi finali degli uomini di Longo sono pericolosi, ma finiscono nel vuoto. Finisce così. E ora si aspetta il risultato di Genova…


Torino-Lazio, questa sera – ore 19:30 – andrà in scena una partita importante per la classifica delle squadre. Di seguito le formazioni ufficiali e la cronaca della partita.

Torino (3-5-2): Sirigu; Lyanco, Nkolou, Bremer; De Silvestri, Meitè, Rincon, Lukic, Aina; Verdi, Belotti.
A disposizione: Rosati, Ujkani, Ansaldi, Djidji, Ghazoini, Izzo, Sinco, Berenguer, Adopo, Greco, Millico, Edera, Zaza.
Allenatore: Moreno Longo

Lazio (3-5-2) Strakosha; Patric, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic, Parolo, Luis Alberto, Jony; Caicedo, Immobile.
A disposizione: Proto, Guerrieri, Bastos, Vavro, Marusic, Lukaku, Cataldi, André Anderson, Falbo, Armini, Djavan Anderson, Correa.
Allenatore: Simone Inzaghi

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "da juventino ho adorato Beppe Signori......è uno dei pochi calciatori di cui ho la maglia autografata......oggi Signori non avrebbe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Sono della Lazio dalla nascita, anni 50, nel periodo di Chinaglia eravamo tifosi più di Chinaglia che della Lazio, è strano ma è cosi, nessuno ha..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Lo conpscevo personalmente, aveva un negozio di articoli sportivi vicino casa mia. Ma non l'ho mai visto giocare."
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Un bravissimo allenatore, forse poco apprezzato a cui non e' stata fornita, all'epoca, l'occasione della grande squadra. Soprattutto poi un uomo vero."

Altro da News