Resta in contatto

News

Lazio, Farris: “Il giallo ad Immobile è assurdo. Inzaghi? Esulta come un tifoso”

Lazio, Farris e il Dott. Ripert Professori per l'Università Cattolica di Valencia

Lazio, al termine della partita Farris ha commentato la vittoria ai microfoni di Sky Sport.

Dispiace per l’ammonizione di Ciro, non possiamo internare nessuno (ride, si riferisce alle dichiarazioni di De Grandis), il rigore per il Torino ci può stare, il giallo al ragazzo no. Ai ragazzi abbiamo chiesto sacrificio e tanto movimento, soprattutto lì davanti e tutti hanno fatto il loro compito alla perfezione. Immobile era un po’ dispiaciuto per i gol mancati nel primo tempo, ma io in primis gli ho detto che avrebbe segnato alla prima occasione utile e così è andata. La condizione fisica sta crescendo, la partita di oggi è stata la dimostrazione, abbiamo vinto le ultime due gare in rimonta, ciò denota che la condizione mentale è ottima. Ora pensiamo al Milan, ci sarà un giorno in più per recuperare. Marusic e Cataldi speriamo di averli per sabato. Lucas Leiva sta recuperando, ma ci vuole ancora un po’ di tempo, anche se il nostro augurio è quello di averlo presto con noi. Simone (Inzaghi) è un uomo vero, una persona capace di gestire un gruppo e non solo. Lui è tifoso vero, molto passionale, rido nel vedere la sua esultanza dopo il gol di Parolo. La crescita del gruppo e di alcuni interpreti della nostra rosa è merito suo“.

A fine partita mister Farris ha parlato anche ai microfoni di Lazio Style Radio: “I ragazzi hanno portato avanti la partita come l’avevamo preparata, anche dopo il rigore. La parola che mi viene oggi è orgoglio. I ragazzi si sono sacrificati, anche mentalmente sono stati sempre attenti e lucidi. Sapevamo che il mago Alberto avrebbe fatto una giocata decisiva, come è capitato sul gol di Immobile. Parolo si merita il gol, anche se deviato, per il gol che ha fatto. La sconfitta a Bergamo ha fatto mettere in dubbio la nostra condizione, ma noi ci siamo e l’abbiamo dimostrato ribaltando gli svantaggi con Fiorentina e Torino. Per quanto riguarda Correa, tocca saper gestire i ragazzi e valutare le loro condizioni. Inzaghi in tribuna e non a bordo campo? Da lassù ha dato la sua spinta a suon di grida, ha voluto dare il suo contributo anche dal box. Con il Milan non avremo tanti cambi, questa volta giochiamo dopo 4 giorni e speriamo di recuperare le energie e qualche giocatore. Senza Immobile e Caicedo sarà difficile, ma noi penseremo alle soluzioni del caso“.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "rimpiazzato ovviamente da William Vecchi"

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Sono un laziale di Piacenza e ricordo i tuoi primi passi in biancorosso, poi nella prima squadra della capitale ci hai fatto tutti impazzire !!!! Col..."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"

#CountdownToHistory: Immobile colpisce anche il Cagliari

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."
Advertisement

Altro da News