Resta in contatto

Casa Lazio

Lazio, sprint verso la ripresa. Inzaghi studia mosse e contromosse

I campi di Formello dal punto di vista di mister Inzaghi (VD)

La Lazio si prepara al ritorno in campo, pericolo squalifica per 5 giocatori

Le difficoltà della Juve alimentano la fiducia della Lazio. Bianconeri sotto pressione dopo il ko nella finale di Coppa Italia, Simone Inzaghi non si fida neanche un po’ ma nell’ambiente biancoceleste è diventata spasmodica l’attesa per la ripartenza del campionato. Sarà importantissimo ottenere un risultato positivo a Bergamo, mercoledì, a prescindere dall’esito di Bologna-Juve, lunedì. Il tecnico della Lazio ha concesso una giornata di riposo ai suoi, ieri, prima dello sprint finale verso la sfida con l’Atalanta. Lo staff di Inzaghi riflette sui troppi infortuni agli adduttori (prima Adekanye, poi André Anderson e Luiz Felipe, che rischia di saltare le prime 3 gare) e spera di recuperare Marusic: la buona notizia è che il montenegrino tornerà ad allenarsi in gruppo tra oggi e domani. Il problema al flessore è alle spalle, il vice-Lulic potrebbe partire titolare a Bergamo.

Domani le prove generali a Formello. La Lazio ha deciso di affrontare un test vero, evitando la consueta partitella in famiglia. Niente Olimpico alle 21.45, quindi, ma un’amichevole con la Ternana, al “Fersini”, alle 19. Gli umbri sabato prossimo affronteranno a Cesena la Juve Under 23 nella finale di Coppa Italia della Lega Pro (e successivamente i playoff), quindi anche loro hanno bisogno di mettere a punto la condizione. Nella Lazio, oltre a Lulic, Luiz Felipe, André Anderson e Adekanye, sarà assente Lukaku: di nuovo rinviato il rientro in gruppo del belga. Inzaghi studia il turnover in vista del tour de force, 3 partite in 7 giorni: Atalanta, Fiorentina e Toro in rapida successione. Preoccupa il “pericolo giallo”: ben cinque big infatti sono diffidati e saranno squalificati in caso di ammonizione. Tra loro c’è Ciro Immobile. Poi Acerbi, Lazzari, Cataldi e Caicedo.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Ultimo commento: "sformavo i suoi scarpini PUMA"

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Ultimo commento: "Noi tifosi non conosciamo mai bene un giocatore sotto il profilo umano e personale. Né si può giudicare la vita privata di nessuno tantomeno di un..."
Advertisement

Altro da Casa Lazio