Resta in contatto

News

France Football annuncia i 30 stadi più caldi: c’è l’Olimpico

Serie A, anche l'Olimpico si prepara alla ripresa del campionato

La testata francese ha annunciato la classifica dei 30 stadi più caldi, ce ne sono due italiani

Il calcio è pronto alla ripresa. Dopo la Bundesliga, infatti, saranno molti i campionati che riapriranno il sipario, e tra questi ovviamente c’è la Serie A. All’avvio però ci sarà una grande differenza, un’assenza per meglio dire: i tifosi. Le squadre giocheranno in un assordante silenzio ma questo non ha scoraggiato France Football a stilare la classifica dei 30 stadi più caldi del mondo. La rivista francese ha inserito al primo posto La Bombonera, casa del Boca Juniors, seguito dall’Anfield di Liverpool e dal Signal Iduna Park di Dortmund a chiudere il podio. Nella lista però ci sono anche due stadi italiani: il primo è il San Paolo di Napoli, al 13° posto, dieci posizioni più sotto troviamo poi lo Stadio Olimpico di Roma.

ECCO LA CLASSIFICA COMPLETA:

1. La Bombonera, Buenos Aires (Boca Juniors)
2. Anfield, Liverpool
3. Signal Iduna Park, Dortmund
4. Marakana, Belgrado (Stella Rossa)
5. Celtic Park, Glasgow (Celtic)
6. Monumental, Buenos Aires (River Plate)
7. Vodafone Park, Istanbul (Besiktas)
8. Karaiskakis, Atene (Olympiacos)
9. San Mamés, Bilbao (Athletic)
10. Maracana, Rio de Janeiro (Flamengo e Fluminense)
11. Turk Telekom, Istanbul (Galatasaray)
12. De Kuip, Rotterdam (Feyenoord)
13. San Paolo, Napoli
14. Vélodrome, Marsiglia
15. Geoffroy Guichard, Saint-Etienne
16. Internazionale, Il Cairo (Al Ahly)
17. Sukru Saracoglu, Istanbul (Fenerbahçe)
18. Mestalla, Valencia
19. Toumba, Salonicco (PAOK)
20. Mohammed V, Casablanca (Raja)
21. Campeón del Siglo, Montevideo (Peñarol)
22. St. James’ Park, Newcastle
23. Olimpico, Roma (Roma e Lazio)
24. Pedro Bidegain, Buenos Aires (San Lorenzo)
25. Józef Pisudski, Varsavia (Legia)
26. Da Luz, Lisbona (Benfica)
27. Stade 5 julliet 1962, Algeri (Mouloudia)
28. Stade Radés, Tunisi (Espérance)
29. Parco dei Principi, Parigi (Paris Saint-Germain)
30. Millentor, Amburgo (St. Pauli)

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Ma guarda che si riferivano agli altri della sponda del Tevere
😂

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "da juventino ho adorato Beppe Signori......è uno dei pochi calciatori di cui ho la maglia autografata......oggi Signori non avrebbe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Sono della Lazio dalla nascita, anni 50, nel periodo di Chinaglia eravamo tifosi più di Chinaglia che della Lazio, è strano ma è cosi, nessuno ha..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Lo conpscevo personalmente, aveva un negozio di articoli sportivi vicino casa mia. Ma non l'ho mai visto giocare."
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Un bravissimo allenatore, forse poco apprezzato a cui non e' stata fornita, all'epoca, l'occasione della grande squadra. Soprattutto poi un uomo vero."

Altro da News