Resta in contatto

News

Il CTS boccia la quarantena light: nessun iter di favore per il calcio

Il CTS boccia la quarantena light: nessun iter di favore per il calcio

Il CTS boccia la richiesta attraverso il nuovo protocollo sanitario della FIGC di procedere con una quarantena light in caso di nuovo positivo

Il CTS ribadisce ulteriormente che non è possibile trattare sul periodo di 14 giorni di isolamento in caso di nuovo positivo. L’ipotesi avanzata dalla FIGC di poter riammettere all’interno del gruppo squadra un giocatore risultato positivo a fronte di due tamponi negativi è stata duramente bocciata.

Il Comitato Tecnico Scientifico non intende rischiare una nuova ondata di contagi per un trattamento considerato di favore all’interno del mondo del calcio. La quarantena di 14 giorni che era stata discussa ed accettata nel corso della riunioni precedenti con FIGC e Lega Serie A rimane senza ombra di dubbio.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Immobile

#CountdownToHistory: Immobile aggancia Signori al 2° posto all time

Ultimo commento: "Prendere Piola la vedo dura ... "
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Ho avuto la fortuna di conoscerlo, parlarci per ore ed era prorprio come viene descritto da tutti. Ho ancora la sua maglia originale: quella con il 9,..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Il suo dito che esce fuori dalla nebbia al derby. Non si vedeva nulla ma la palla era dentro la rete! E segna sempre lui!"
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Fascetti una persona indimenticabile, grazie"

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Uber grande laziale, quando ero bambino mio papà mi raccontava sempre di questo signore ero che per non indossare un altra maglia, preferì..."

Altro da News