Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Calciomercato

Il Lipsia piomba su Kumbulla, ma il ragazzo strizza l’occhio alla Lazio

Calciomercato Lazio, si valuta anche la difesa: interesse per Kumbulla

Il futuro del calcio giocato, secondo le notizie provenienti dagli organi ufficiali, nei giorni scorsi ha avuto uno spiraglio importante per la ripresa. Il 28 maggio sarà un giorno chiave per ufficializzare la ripartenza del calcio giocato.

Nonostante la priorità sia tornare a giocare, molte società tra cui la Lazio, stanno già pensando al calciomercato. Molti i giocatori in questi mesi sono finiti nel mirino del Direttore Sportivo Igli Tare e il nome che spicca, per quanto riguarda il reparto difensivo, è  da Marash Kumbulla.

IL NO AL NAPOLI

Il nome di Kumbulla, grazie alla fantastica stagione disputata, è finito da tempo sul taccuino di Napoli e Inter. Il club partenopeo avrebbe voluto acquistarlo a gennaio, per poi farlo arrivare all’ombra del Vesuvio in estate, ripercorrendo la trattativa legata all’acquisto di Petagna. De Laurentiis e Setti avevano trovato l’accordo, ma il giocatore ha rifiutato il trasferimento alla corte di Gattuso. Un altro estimatore del ragazzo è il tecnico dell’Inter Antonio Conte, che reputa  il centrale difensivo perfetto per il suo reparto arretrato, ma la dirigenza nerazzurra, avendo già in organico il promettente Bastoni, preferirebbe investire in altri ruoli, forti della convinzione di riuscire a trattenere almeno per un altro anno Milan Škriniar a Milano, nonostante l’assalto di Manchester City e Barcellona.

LA LAZIO SI MUOVE SOTTO TRACCIA

Non è un mistero che il nome di Kumbulla dalle parti di Formello sia sempre piaciuto. Il diesse biancoceleste è sulle tracce del ragazzo già dalla scorsa stagione, nonostante la sola presenza in Serie B con la maglia del Verona. Le caratteristiche tecniche del giocatore rispecchiano alla perfezione il prototipo di calciatore che sta cercando Simone Inzaghi, da affiancare ad un reparto difensivo di tutto rispetto che può vantare la crescita impressionante di Luiz Felipe e l’affidabilità del “Leone” Francesco Acerbi.

IL LIPSIA PIOMBA SUL RAGAZZO

Secondo quanto appreso dalla redazione di SololaLazio.it, negli ultimi giorno sul ragazzo è piombata con prepotenza il Lipsia. Il club tedesco, molto probabilmente, al termine della stagione perderà uno dei suoi pezzi da novanta: Dayot Upamecano, finito nel mirino di Liverpool e Real Madrid, pronte ad un’asta importante per aggiudicarsi le prestazioni del difensore francese. I tedeschi hanno individuato in Kumbulla l’erede naturale del classe ’98, ma la proposta è stata rifiutata dal ragazzo; volenteroso di intraprendere una nuova avventura sempre nel campionato italiano. Il classe 2000 ha già dato, tramite il suo entourage, l’ok per il trasferimento nella Capitale. C’è da trovare l’accordo con il club veneto che non scende sotto i 20 milioni di euro come valutazione del cartellino. Nella trattativa potrebbe rientrare anche Valon Berisha, da sempre apprezzato dal Direttore Sportivo dell’Hellas Tony D’Amico.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Immobile da record: Ciro a -1 dalla top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "È stato e sarà per sempre il più grande goleador del mondo e segna sempre lui, e segna sempre lui, si chiama Beppe Signori, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da Calciomercato