Resta in contatto

Casa Lazio

Formello, la Lazio ancora divisa per reparti: stamattina gli attaccanti

Formello, la Lazio ancora divisa per reparti: stamattina gli attaccanti

La Lazio si è ritrovata a Formello questa mattina dopo il via libera di ieri agli allenamenti collettivi ma i biancocelesti sono ancora divisi per reparti

Dopo il via libera di ieri del Comitato Tecnico Scientifico, i club di Serie A possono tornare ad effettuare sedute di allenamento al completo. Un traguardo importante in vista della ripresa del campionato. Per quest’ultima però si avranno ulteriori aggiornamenti solo nella giornata di giovedì 28 maggio quando alle ore 15 andrà in scena la riunione che potrebbe portare il Governo a scegliere il giorno ufficiale per la ripartenza.

Tuttavia nonostante l’ok agli allenamenti collettivi, per ritrovare la Lazio al completo nel centro sportivo di Formello sarà necessario attendere il risultato di due tamponi. Solo dopo questi ulteriori accertamenti sarà possibile tornare ad una parvenza di normalità.

Così questa mattina in casa Lazio è toccato agli attaccanti più i due esterni e Guerrieri. Presenti dunque all’appello Immobile, Correa, Caicedo, Adekanye, Lazzari e Marusic. A guidare il gruppo mister Inzaghi e i collaboratori Cecchi e Rocchini. Si è partiti subito col torello (permesso dalle nuove direttive) con i giocatori divisi in due terne: Marusic, Lazzari e Immobile con la casacca arancione; Correa, Caicedo e Adekanye senza fratino.

Subito sfida: triangolazione al volo con tiro nella porticina prima col piede e poi con la testa. Conclusa questa prima parte, via alle azioni in verticale per andare alla conclusione nella porta grande difesa da Guerrieri. Le coppie d’attacco sono state Immobile-Correa e Caicedo-Adekanye mentre Lazzari e Marusic si sono alternati sulle due fasce. A dare un’occhiata alla seduta di allenamento anche il club manager Angelo Peruzzi.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Immobile

#CountdownToHistory: Immobile supera Signori al 2° posto all time

Ultimo commento: "Prendere Piola la vedo dura ... "
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Ho avuto la fortuna di conoscerlo, parlarci per ore ed era prorprio come viene descritto da tutti. Ho ancora la sua maglia originale: quella con il 9,..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Il suo dito che esce fuori dalla nebbia al derby. Non si vedeva nulla ma la palla era dentro la rete! E segna sempre lui!"
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Fascetti una persona indimenticabile, grazie"

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Uber grande laziale, quando ero bambino mio papà mi raccontava sempre di questo signore ero che per non indossare un altra maglia, preferì..."

Altro da Casa Lazio