Resta in contatto

News

Serie A, Pippo Inzaghi: “Si è cercato di mettere la gente contro il calcio”

Serie A, Pippo Inzaghi: "Si è cercato di mettere la gente contro il calcio"

Il mister del Benevento, Filippo Inzaghi, è intervenuto ai microfoni di OttoChannel per commentare l’eventuale ripresa della Serie A

Anche Filippo Inzaghi, allenatore del Benevento, è tornato a parlare della situazione in cui versa il destino della Serie A e del calcio italiano in generale. Una situazione ancora bloccata in virtù della necessità di stabilire come affrontare nuovi casi di positività qualora il campionato dovesse ripartire.

L’ex attaccante ritiene che sia giusto e doveroso permettere al mondo del calcio di ripartire per permettere a tutti i protagonisti di questo settore di tornare al proprio lavoro senza dimenticare, ovviamente, l’importanza della salute dei cittadini.

“L’importante è la salute e speriamo che il periodo brutto sia alle spalle, vogliamo rivedere la luce e ritornare al più presto perché ci è mancato tutto.

Il calcio ha il diritto e il dovere di riprendere. Gli operai sono tornati al lavoro e se uno dovesse ammalarsi non verrà bloccata tutta la fabbrica. Occorre trovare la soluzione migliore perché abbiamo giocato ventotto partite.

Il calcio è la terza industria del paese, ci lavorano circa 200mila persone e proprio per questo abbiamo il diritto di provarci. Se gli scienziati dicono che ci sono dei rischi saremo i primi a non voler giocare, ma bisogna provarci perché sarebbe un messaggio per tutti e per il paese. A un certo punto si è cercato di mettere la gente contro il calcio: mi è sembrato assurdo.

Noi vogliamo vincere sul campo. Mi auguro che il 18 ci diano il via libera per cominciare ad allenarci. Non ha alcun senso correre per strada, e bisogna tener conto del fatto che un atleta non può stare fermo tre mesi. Noi siamo pronti a tutto pur di finire questa stagione, dobbiamo provare a finire il campionato.

Anche perché una eventuale cristallizzazione comporterebbe tanti ricorsi che influenzerebbero anche la prossima stagione”.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Sono un laziale di Piacenza e ricordo i tuoi primi passi in biancorosso, poi nella prima squadra della capitale ci hai fatto tutti impazzire !!!! Col..."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"

#CountdownToHistory: Immobile colpisce anche il Cagliari

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."

Altro da News