Resta in contatto

Oltre la Lazio

UEFA, Ceferin: “Il calcio porta normalità ma deciderà la politica”

Ceferin sul Fair Play finanziario: "Pensiamo a migliorarlo: idea luxury tax"

Il presidente della UEFA, Ceferin, rilascia nuove dichiarazioni in merito alla situazione del calcio mondiale rispettando il ruolo della politica

Il presidente della UEFA, Aleksander Ceferin, torna a parlare della situazione del calcio nel mondo per nova.rs.

Il numero uno della UEFA ipotizza la ripartenza del sistema calcio perché necessario per permettere ai tifosi di respirare un’aria di normalità dopo l’incubo Coronavirus.

“L’umanità sconfiggerà il Covid-19, ma intanto abbiamo capito quanto è vulnerabile il nostro mondo. Il calcio porta un’energia positiva e finché il nostro sport non tornerà, le persone non avranno la percezione che la situazione sia di nuovo normale.

Il calcio cambierà, ma si tratterà di un cambiamento temporaneo. Questo gioco in passato è già sopravvissuto sia a epidemie sia a guerre e vedrete che presto tornerà a essere il vecchio caro calcio di sempre.

Tutti vorremmo rivedere le partite il prima possibile, ma ciò dipende dalle decisioni delle autorità politiche delle singole nazioni. Quando queste daranno il via libera, siccome si tratta di professionisti, i calciatori torneranno in campo relativamente in fretta. Ovviamente rispettando il protocollo sanitario e a porte chiuse. Le decisioni su come e quando ricominciare spettano alla politica”

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Prima partita allo stadio: Lazio-Verona 4-2. Avevo sette anni. Come potrei dimenticare? Gladiatore puro. Decise di andarsene perche' la Roma degli..."
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Ero giovanotto e seguivo la squadra in quegli anni difficili. No come oggi che si fa polemica se arrivi secondo o quarto. Rimane sempre nel mio cuore..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Il mio primo gol della Lazio vista dal vivo lo ha segnato lui. Mio idolo di infanzia che ha aumentato la mia fede laziale. Immenso!"

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Uber grande laziale, quando ero bambino mio papà mi raccontava sempre di questo signore ero che per non indossare un altra maglia, preferì..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Altro da Oltre la Lazio