Resta in contatto

Oltre la Lazio

Var, Collina: “Dobbiamo farlo applicare in maniera più omogenea in tutto il mondo”

Lazio-Bologna, Var

Intervenuto in radio, l’ex arbitro Pierluigi Collina ha parlato del Var e di come questa tecnologia dovrà essere migliorata in futuro.

Pierluigi Collina, Presidente della Commissione Arbitri della FIFA e membro dell’IFAB, è intervenuto ai microfoni di Radio 24 parlando del Var e di come poterlo migliorare in furturo.

Queste le parole dell’ex fischietto internazionale:

“Il Var è un processo irreversibile. Dovremo continuare a migliorarlo, che è proprio quanto stiamo facendo in questi anni. Prima però dobbiamo far sì che venga applicato in maniera più omogenea in tutto il mondo. Questo strumento deve diventare più democratico e utilizzabile anche da paesi con meno risorse”.

Per ora il giudizio è positivo. Ci sono più pro che contro e proprio perché le cose stanno andando bene, si cerca di alzare l’asticella. La tecnologia stessa è migliorata in questi anni, per offrire risposte migliori. Collina però ci ha tenuto a sottolineare l’importanza imprescindibile della componente umana:

“C’è sempre un uomo dietro al VAR. Non bisogna dimenticarlo: la componente umana è sempre fondamentale, perché parliamo pur sempre di una tecnologia al servizio dell’uomo. La centralità dell’arbitro di campo va salvaguardata. È lui il decisore finale. Soprattutto negli episodi interpretabili, dove è proprio il direttore di gara, e non l’uomo al VAR, che deve prendere una decisione.

Abbiamo cercato di lavorare in tal senso, come FIFA, cercando anche di aumentare i minuti di recupero all’interno di un match. Il Mondiale del 2018 è stato il punto di svolta, visto che siamo passati da tre a sei minuti di recupero. Abbiamo parlato nello specifico anche di tempo effettivo, ma già ora direi che non siamo lontani dai 60 minuti di tempo effettivo a partita”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Sono un laziale di Piacenza e ricordo i tuoi primi passi in biancorosso, poi nella prima squadra della capitale ci hai fatto tutti impazzire !!!! Col..."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"

#CountdownToHistory: Immobile colpisce anche il Cagliari

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."

Altro da Oltre la Lazio