Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Il meglio dei Social

Acerbi: “Immobile lo coccolo. Inzaghi? Ogni tanto sbrocca giustamente”

Corriere dello Sport: "Acerbi paladino della Lazio, a Genova saranno 100"

Acerbi ha raccontato cosa fa durante questa situazione di emergenza, oltre a svelare alcuni aspetti del rapporto con Immobile

Attraverso una diretta con ‘Gli Autogol’ su Instagram, il difensore della Lazio Francesco Acerbi ha raccontato come sta vivendo questo momento così delicato:

“La mattina vado a correre, mi alleno il pomeriggio, cucino,  guardo la tv. Cerco di impegnarmi la testa altrimenti questa situazione non passa più, però dai ho sempre qualcosa da fare. Ho portato degli attrezzi da Formello, ce li ho qua a casa e tramite Simone Loria che è il mio preparatore faccio una video chiamata in cui mi dice le cose da fare. Con i compagni abbiamo un gruppo, ci sentiamo per vedere come va la situazione che comunque è dura. Stare in casa è dura, però dobbiamo solo aspettare.  Stavamo andando bene, avevamo preso una strada senza precedenti, ma adesso la preoccupazione è più sulla salute”.

Su Inzaghi:

“Il mister è uno sveglio, entra nella testa dei giocatori e sa quando il momento di bacchettare e quando lasciare tranquilli. Sa gestire questa situazione e farli esprimere nel migliore dei modi, questa e la sua capacità. Ogni tanto sbrocca giustamente (ride n.d.r.).”

La Nazionale

“Giocare in nazionale è una bella sensazione, purtroppo non si va all’Europeo, vestire la maglia della nazionale è il sogno di tutti e se cerchi di farlo al meglio è ancora più bello”.

Capitolo Immobile:

“L’anno scorso eravamo una buona coppia, ma quest’anno abbiamo rafforzato il legame, i bacetti sulla guancia, buon appetito, “come va tutto bene?” quando arrivo agli allenamenti, lo coccolo. Ogni tanto quando sono in campo gli dico “amore tocca a te fare gol”, ci divertiamo anche in campo durante la partita. Jessica va sul sicuro, lo coccolo e torna a casa contento“.

11 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

11 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Beppe gol Il mio idolo…. Mi ha fatto impazzire Lo porterò sempre nel mio ❤️"

Immobile da record: staccato Signori nella Top 10 dei marcatori di Serie A

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da Il meglio dei Social