Resta in contatto

Lazio Femminile

Lazio Femminile e Giovanili, la lettera di Bianchessi: “Forza, vinciamo la partita!”

Lazio - Spal, la designazione arbitrale per la sfida di domenica

Lazio, il resposabile del settore giovanile ha mandato una lettera per dare coraggio ai ragazzi durante questi giorni difficili

Un messaggio dritto al cuore dei suoi ragazzi. Un messaggio da pater familias in un momento delicato per l’emergenza legata al Coronavirus. Mauro Bianchessi, responsabile del settore giovanile e della squadra femminile della Lazio, scrive una lettera ai tesserati biancocelesti. «Cari ragazzi e ragazze, la vita ci sta chiedendo un cambio di passo, ci sta chiedendo di rimanere in casa […]. Pensate alle persone vulnerabili, ai nonni, ai vostri genitori, a chi a patologie, ma anche ai medici e agli infermieri che sono a contatto con i pazienti e mettono in gioco la loro salute come soldati in battaglia», si legge nel testo inoltrato agli atleti. «Abbiamo dovuto sospendere tutto, chiudere i nostri centri sportivi, sospendere le attività e non potete immaginare quale dolore la cosa comporti. Dobbiamo stare a casa, è un passaggio necessario – ribadisce Bianchessi -. Dovete cominciare a dirvelo, quando vi contattate nei social, per telefono o di persona. Dovete imparare che questa è oggi l’educazione che serve al mondo dove tutti voi siete protagonisti». Insomma, secondo Bianchessi «oggi è tempo di sacrificio […] di impegno, continuando a studiare e ad allenarsi per conto proprio». Del resto «l’etimologia della parola sacrificio è importante perché vuol dire “rendere sacro“ e non c’è nulla di più sacro della vita e del suo valore. Difendiamo la vita. Forza ragazzi che questa partita la vinciamo. A presto. Un abbraccio a tutti». Parola di Mauro Bianchessi.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "da juventino ho adorato Beppe Signori......è uno dei pochi calciatori di cui ho la maglia autografata......oggi Signori non avrebbe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Sono della Lazio dalla nascita, anni 50, nel periodo di Chinaglia eravamo tifosi più di Chinaglia che della Lazio, è strano ma è cosi, nessuno ha..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Lo conpscevo personalmente, aveva un negozio di articoli sportivi vicino casa mia. Ma non l'ho mai visto giocare."
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Un bravissimo allenatore, forse poco apprezzato a cui non e' stata fornita, all'epoca, l'occasione della grande squadra. Soprattutto poi un uomo vero."

Altro da Lazio Femminile