Resta in contatto

News

Spadafora: “FIGC valuti stop immediato per la Serie A”

Serie A, Spadafora: "Speriamo che il calcio riparta il prima possibile"

Visti i nuovi sviluppi dell’emergenza Coronavirus il ministro dello Sport Spadafora invita la FIGC a valutare lo stop alla Serie A.

Il Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora invita la FIGC a valutare lo stop immediato alla Serie A.

Sono di questa mattina alcune sue dichiarazion in tal senso. Con lig sviluppi dell’emergenza Coronavirus, che hanno portato alla messa in quarantena dell’intera regione Lombardia, non ha senso, a suo dire, mettere a rischio la salute di arbitri e giocatori.

Condivido le dichiarazioni di Damiano Tommasi, Presidente dell’Associazione Italiana Calciatori, e mi unisco alla sua richiesta. Non ha senso in questo momento, mentre chiediamo enormi sacrifici ai cittadini per impedire la diffusione del contagio, mettere a rischio la salute dei giocatori, degli arbitri, dei tecnici, dei tifosi che sicuramente si raduneranno per vedere le partite, solo per non sospendere temporaneamente il calcio e intaccare gli interessi che ruotano attorno ad esso. Altre Federazioni hanno saggiamente optato per uno stop per i prossimi giorni. Credo sia dovere del presidente della FIGC, Gravina, un supplemento di riflessione, senza attendere il primo caso di contagio, prima di assumersi questa gravosa responsabilità. Del resto, ancora prima che la situazione diventasse così drammatica per il Paese, la Lega di Serie A e Sky si erano già rifiutate di concedere a migliaia di italiani, costretti loro malgrado a restare a casa, di poter vedere in chiaro le partite, nascondendosi dietro presunte difficoltà normative che con l’autentica disponibilità di tutti si sarebbero potute ampiamente superare. Nei vari contatti di ieri, infatti, anche grazie alla collaborazione di Rai e Mediaset, si era arrivati vicini ad una soluzione equa per tutti gli attori e soprattutto di grande conforto per i tanti cittadini appassionati di calcio. E invece sono prevalsi gli interessi economici di realtà che pretendono di godere da sempre di un trattamento privilegiato e che vivono ormai fuori dalla realtà. Le società di calcio piuttosto valutino come superare le clausole vessatorie già all’attenzione dell’Antitrust per provvedere al rimborso degli abbonamenti e dei biglietti venduti per le prossime partite.
Prenderó in considerazione nei prossimi giorni ogni iniziava utile, anche legislativa, per mettere ordine in un mondo che rischia di non rappresentare più valori etici e morali ai quali vorremmo che si ispirasse sempre“.

Le istituzioni del calcio, dopo una mattinata convulsa, hanno comunque optato per far disputare le partite in programma oggi.

Riguardo questa scelta lo stesso ministro, pur rispettando la decisione, ha successivamente dichiarato la sua perplessità. Intervenuto telefonicamente durante la trasmissione Quelli che il calcio, su Rai 2, ha detto:

Non condivido la scelta della Lega Serie A di giocare. L’emergenza sanitaria non finirà tra qualche giorno, ma solo con responsabilità di ciascuno. Potrebbero esserci conseguenze sul campionato, ma il calcio poi riprenderà come e meglio di prima quando sarà finito tutto”.

15 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
15 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 mesi fa

SI GIOCA

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 mesi fa

Gestiti da una classe politica di incapaci

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 mesi fa

Si gioca alla faccia della 💩 riommica Tommasi

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 mesi fa

Se oggi vince la Juve il campionato è finito

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 mesi fa

Che fortuna (per non dire altro)hanno i difettosi

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 mesi fa

Certo con questi fenomeni che parlano la vedo dura ….. casomai facciamoli giocare tutti i giorni così stiamo a casa a vedere le partite …. invece questo chiede stoppare il campionato così questi super pagati se ne vanno a Dubai al mare…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 mesi fa

La serie B la C i campionati europei e le coppe non sono a rischio contagio? Qualcuno lo chieda a Tommasi e Spadafora grazie

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 mesi fa

È una buffonata..una falsa..perché la 26 va svolta..al di la dello scudetto..perché magari la juve vince e la lazio arriva seconda..ma va svolta perché l’uefavuole le squadre per l’hanno prossimo..e ora ci andrebbe il milan a scapito del verona che ha meno partite..è uno schifo fate volitare

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 mesi fa

A questo punto chiudiamo gli uffici pubblici, le aziende, le metro, gli autobus, chiudiamo tutto. Se il problema sono 22 giocatori che corrono all’aria aperta. Non dovrebbero nemmemo allenarsi allora. Questo tentativo mi sa tanto di mossa studiata a tavolino…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 mesi fa

Ieri si proclama “calcio in diretta e in chiaro per allietare le persone a casa ”
Oggi si proclama”stop ai campionati”
……domani? Io proverei con” SKY libero per tutti.pacchetto completo”

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 mesi fa

Ma questo lo sa che se Sky chiude i rubinetti il calcio italiano è morto,altro che valori,chi é fuori della realtà é lui,d’altra parte fa parte della setta dei 5 stalle e questo dice tutto…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 mesi fa

Come al solito giocate sulle cose serie e fregate sempre i cittadini italiani. Dovete farci vedere tutte le partite della. Lazio e Roma sulla RAI. Ricordatevi quale la capitale. D. Italia

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 mesi fa

E la B? E le coppe europee? Pagliacci

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 mesi fa

Allora pure le coppe

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 mesi fa

Giocare ….e basta, o lo bloccavi prima oppure si deve andare avanti, dilettanti allo sbaraglio..

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"
Immobile

#CountdownToHistory: Immobile affonda anche il Sassuolo. Girone d’andata chiuso a quota 13

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."
120 anni di Lazio, la top 11 di sempre: Re Cecconi la spunta sul Sergente

Lazio, Re Cecconi oggi avrebbe compiuto 72 anni

Ultimo commento: "Non potrò mai dimenticare quella scia bionda che disegnava traiettorie alla velocità della luce in mezzo al campo... Ho visto un Re"

Altro da News