Resta in contatto

News

Gazzetta dello Sport, Marotta durissimo: “Campionato falsato e a rischio”

Coronavirus, Marotta per ANSA: "Serve subito una nuova assemblea"

La decisione da parte della Lega Serie A di rinviare il match Juve – Inter non è stato assolutamente condiviso da Beppe Marotta: durissime le sue parole

Una decisione quella della Lega di rinviare il big match tra Juve e Inter che peserà moltissimo sul proseguimento del campionato di Serie A secondo Beppe Marotta.

Nell’edizione odierna della Gazzetta dello Sport arriva durissimo lo sfogo dell’amministratore delegato dell’Inter che accusa pesantemente il presidente della Lega Paolo Dal Pino.

“L’errore è stato di Dal Pino che ha deciso senza interpellare nessuno. Avrebbe dovuto convocare un consiglio di Lega straordinario e si sarebbe dovuto discutere insieme sul da farsi, trovare un punto d’incontro tra quanto stabilito dalla Lega e dal Governo. E invece abbiamo ricevuto solo una comunicazione e stop.

Ora abbiamo chiesto e ottenuto un Consiglio di Lega straordinario per discutere del futuro ma sono molto preoccupato per il mondo del calcio.”

Un attacco duro dunque quello di Beppe Marotta che accusa Dal Pino di falsare in questo modo il campionato di Serie A. Alla domanda se chiederà le dimissioni del presidente, Marotta si dice indeciso mentre replica alla domanda circa la mano di Lotito nelle decisioni sui rinvii con queste parole:

“Lotito non c’entra, lui è molto dispiaciuto per il rinvio di queste partite. E come lui posso assicurare che la decisione ha lasciato insoddisfatto moltissime società”.

Il rinvio di Juventus – Inter al 13 maggio prossimo peserà sul calendario dei nerazzurri, secondo quanto dichiarato dall’amministratore delegato Marotta.

“Il torneo è falsato, si alterano gli equilibri. Basti pensare alle squalifiche e agli infortuni. E poi ci sono gli aspetti psicologici della squadra dovuti alla classifica. E ancora: l’Inter è danneggiata, in questo modo il calendario di maggio è incredibile.

Siamo favorevoli a tornare a prendere in considerazione un torneo a 18 squadre, lasciando libere alcune date infrasettimanali per eventuali emergenze.”

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Mito e Bandiera per Sempre!"
Immobile

#CountdownToHistory: col gol al derby, Immobile supera anche Rocchi nello score delle stracittadine

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."
120 anni di Lazio, la top 11 di sempre: Re Cecconi la spunta sul Sergente

Lazio, Re Cecconi oggi avrebbe compiuto 72 anni

Ultimo commento: "Non potrò mai dimenticare quella scia bionda che disegnava traiettorie alla velocità della luce in mezzo al campo... Ho visto un Re"

Altro da News