Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

La Clericus Cup, quattordicesima edizione, è pronta al via

La Clericus Cup è pronta al battesimo della quattordicesima edizione. La celebrazione eucaristica della competezione avverrà in Chiesa. Dove saranno presenti le squadra.

Tutto pronto per la nuova edizione della Clericus Cup arrivata alla quattordicesima edizione.

Una Chiesa tra la gente. Sacerdoti non più solo in sacrestia, ma sui campi di calcio. Un pallone benedetto da Papa Francesco, capitano universale di tutte le 16 squadre del torneo. Tornano così, dopo un anno di attesa, le suppliche e le reti della Clericus Cup, il Mondiale della Chiesa, promosso dal Csi, con il patrocinio dell’Ufficio Nazionale del tempo libero, turismo e sport della Cei, del Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita e del Pontificio Consiglio della Cultura del Vaticano.

La croce, la preghiera, il pallone ed il gioco sono gli elementi che quest’anno caratterizzeranno il rito introduttivo del Mondiale pontificio, che il Csi promuove all’ombra del Vaticano da 14 anni. L’antifona d’ingresso sarà infatti in una chiesa, presso la Cappella dei Cavalieri di Colombo, (Via di Santa Maria Mediatrice, 22) dove giovedì 27 febbraio alle ore 10, don Alessio Albertini, assistente ecclesiastico nazionale del Centro Sportivo Italiano, officerà la Messa, concelebrata dai sacerdoti calciatori iscritti al torneo ecclesiastico. A seguire sarà il momento per conoscere, squadre e protagonisti del Mondiale della Chiesa, alle ore 11 presso il Centro Sportivo Pio XI, quando la Clericus Cup sarà rimessa in gioco.

I campioni in carica del Collegio Urbano riconsegneranno il trofeo posseduto dal maggio scorso nella bacheca del Collegio di Propaganda Fide, dopo aver vinto la finale per 3-0 sul Sedes Sapientiae. Cresce l’attesa, per il battesimo nel torneo del Collegio Argentino, l’albiceleste dei sacerdoti di piazza Buenos Aires, dove Papa Francesco è spesso di casa.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Beppe gol Il mio idolo…. Mi ha fatto impazzire Lo porterò sempre nel mio ❤️"

Immobile da record: staccato Signori nella Top 10 dei marcatori di Serie A

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News