Resta in contatto

News

Tuttosport, Acerbi e il mito di Sisifo: il ritratto di Feltri

La Lettera del Leone Francesco Acerbi per La Repubblica

L’eslusivo ritratto di Vittorio Feltri per l’edizione odierna di Tuttosport descrive Francesco Acerbi come il mito di Sisifo

Un articolo esclusivo a firma di Vittorio Feltri nelle pagine dedicate alla Lazio nell’edizione odierna di Tuttosport descrive mitologicamente Francesco Acerbi.

La storia di Francesco Acerbi è ormai nota a tutti: un giovane calciatore irrequieto che fatica a trovare la concentrazione e la maturità che si dovrebbe richiedere ad un giocatore di Serie A. Poi l’approdo al Milan, l’avversarsi del sogno di un Acerbi bambino. Tuttavia il sogno non è poi così dolce perchè nel periodo rossonero, il difensore perde prematuramente il padre e cade in un abisso profondo fatto anche di alcool.

La società rossonera lo lascia così andare e dopo diversi giri approda al Sassuolo che sarebbe diventata una seconda famiglia. Ma è nel corso delle visite mediche che il numero 33 scopre il tumore. È un colpo durissimo per un ragazzo di 25 anni ma che si trasforma in una nuova rinascita. Acerbi batte l’avversario numero 1, il più buio e il più difficile. Scopre e supera i suoi limiti, riscopre l’amore per il pallone e si trasforma in un calciatore maturo. Vittorio Feltri lo paragona al mito di Sisifo, condannato da Ade a trasportare per l’eternità un macigno lungo una salita rapidissima che proprio in prossimità della vetta scivola lungo le pendici per costringerlo a ricominciare da capo. La differenza con Sisifo è che a volte gli uomini sono migliori de loro miti e Acerbi ne è la dimostrazione.

 

 

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 mesi fa

Strano che un rosicone fanatico tifoso dell’Atalanta, notoriamente anti-laziale dall’eternità, possa scrivere un articolo di buon gusto su un giocatore biancoceleste!

Agostino Pizzarelli
Agostino Pizzarelli
10 mesi fa

Feltri 💩💩💩💩💩💩

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Mito e Bandiera per Sempre!"
Immobile

#CountdownToHistory: col gol al derby, Immobile supera anche Rocchi nello score delle stracittadine

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Ricordo bene quei giorni e inoltre Pablito e' sempre stato umile, equilibrato, rispettoso. Una di quelle persone che rispetti profondamente anche se..."
120 anni di Lazio, la top 11 di sempre: Re Cecconi la spunta sul Sergente

Lazio, Re Cecconi oggi avrebbe compiuto 72 anni

Ultimo commento: "Non potrò mai dimenticare quella scia bionda che disegnava traiettorie alla velocità della luce in mezzo al campo... Ho visto un Re"

Altro da News