Solo La Lazio
Sito appartenente al Network

Inzaghi, i suoi amici di Piacenza: “Un fenomeno, è speciale e non ha limiti”

Lazio - Verona, Simone Inzaghi

Inzaghi, viaggio tra i segreti del tecnico della Lazio, che insegue il sogno scudetto a -1 punto dalla Juventus capolista in Serie A

La Libertà di Piacenza dedica uno speciale approfondimento a Simone Inzaghi, l’allenatore del momento e loro concittadino. Per andare a capire meglio la persona dietro al tecnico, il quotidiano ha intervistato i suoi tre migliori amici con cui l’ex attaccante ha condiviso la sua infanzia e continua tutt’ora a frequentare nel tempo libero. “Quando possiamo andiamo a vedere le sue partite, che di noi non si dimentica mai” spiegano Corrado, Davide e Marcello. “L’ultima volta ci siamo visti tutti a Parma, noi in tribuna e lui davanti la panchina. Poi siamo tornati tutti insieme a San Nicolò. E Simone su un foglietto ci ha disegnato la tattica con cui ha messo giù i suoi attaccanti per impedire agli avversari di partire da dietro“.

Se qualcuno si stupisce dal rendimento della sua Lazio sbaglia: “Da lui bisogna sempre aspettarsi tutto, non ha limiti. – spiega Marcello – Già da piccolo era un’Enciclopedia: conosceva uno per uno tutti i giocatori, dalla Serie A alla terza. Adesso è sicuramente uno degli allenatori italiani più bravi, con una grossa qualità: non è un integralista alla Zeman, ma si adatta benissimo alle caratteristiche dei suoi giocatori“. Poi Davide aggiunge: “È un vero martello e lo si capisce da come vive le partite in panchina. Ha la capacità di creare un grande rapporto con i giocatori a cui chiede il massimo ma con i quali poi riesce a scherzare e a tenere il morale alto”. Giacomo non ha dubbi: “È speciale, i suoi giocatori lo hanno sempre seguito. Ha una grandissima voglia di emergere”. Ancora insieme: “Adesso si parla tanto di Luis Alberto ma se è diventato uno dei migliori in A lo si deve anche a Simone”. Chiosa finale poi di Marcello: “Il miracolo di questa Lazio è tutto suo. Acerbi lo ha voluto a tutti i costi, Luis Alberto e Correa sono due sue scoperte, Cataldi se l’è portato dietro dal settore giovanile. Non è un fenomeno?”. 

Subscribe
Notificami
guest

8 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 anni fa

Inzaghi è un vero signore…….nessuno come lui??

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 anni fa

Inzaghi uno di noi ????

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 anni fa

Lo so già da me che sono unico e raro chi fa da sé fa per 3

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 anni fa

Grandissimo uomo ed allenatore…
spesso criticato..tempi che furono..
ma i grandi son così.. hanno bisogno di cibarsi delle critiche per crescere..
Vai Simone‼️??

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 anni fa

GRANDE MISTER ti Amiamo

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 anni fa

Grande uomo e Grande Allenatore che gestisce lo spogliatoio come una Famiglia…Presidente Lotito prima che le Sirene comincino a cantare…Blindalo con un Contratto a Vita!!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 anni fa

O sempre avuto un debole per te anche quando eri un giocatore della Lazio e mi auguro che rimmarai a lungo con noi perche se siamo lassù il merito è tuo

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 anni fa

Sei grande

Articoli correlati

Lazio, le parole di Rovella all'evento organizzato da Figurine Panini...
Lazio, le parole di Lotito in merito alle sue 'presunte' dichiarazioni riportate questa mattina da...

Dal Network

È un Gian Piero Gasperini molto soddisfatto quello che analizza il successo scoppiettante della sua...

  E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri,...

  Zvonimir Boban, ex “Head of Football” presso l’UEFA, ha annunciato le sue dimissioni irrevocabili...

Solo La Lazio