Resta in contatto

News

Leiva: “Scudetto? Lotteremo. Inzaghi ci ha detto dei -9 nel 2000”

Lazio - Inter, Lucas Leiva

Leiva, il centrocampista brasiliano è il perno centrale su cui ruota tutta la Lazio: permette a Luis Alberto e Milinkovic di agire con più libertà

Lucas Leiva, perno fondamentale del centrocampo della Lazio, ha rilasciato una lunga intervista a Globoesporte in cui ha analizzato il momento esaltante dei biancocelesti. In primis ha parlato della prospettiva scudetto: “Onestamente non ci pensavo. Il nostro obiettivo è sempre stato quello di lottare per la qualificazione in Champions League, ma lotteremo fino alla fine. Juventus e Inter sono le favorite, i bianconeri per esperienza sono abituati a vincere i titoli”.

Il di forza della Lazio?

“Quattro anni di lavoro continuo. Dico quattro anni, perché è il momento in cui Inzaghi è diventato allenatore della squadra. Io sono alla Lazio da tre stagioni e negli ultimi mesi siamo riusciti a vincere la Coppa Italia e la Supercoppa. Non pensavo che avrei avuto un adattamento così veloce dopo aver lasciato il Liverpool. Ora posso aiutare la Lazio a raggiungere un livello molto alto”.

Cosa ricordi della Lazio campione d’Italia nel 2000?

“Ho pochi ricordi, ma mi tornano in mente alcuni giocatori. Quella squadra aveva Verón, Nesta, Simone, Inzaghi, che oggi è il nostro allenatore, Marcelo Salas, Matias Almeyda. I tifosi quando mi incontrano mi dicono che il mio modo di giocare ricorda quello di Almeyda”.

In quel campionato la Lazio aveva nove punti in meno …

“Nove punti in meno a otto partite dalla fine, lo so perché Inzaghi ce ne ha già parlato. Era un’altra Lazio, forse più ricca e più potente: le squadre romane vinsero due scudetti in due anni consecutivi. Ma è un modello da seguire. Ora siamo al secondo posto ma il nostro obiettivo rimane quello di qualificarci per la Champions League”.

16 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
16 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Il libero e capitano della Lazio del primo scudetto

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Altro da News