Resta in contatto

News

Repubblica, Insegno: “Non servono rinforzi. Squadra forte e giocatori uniti”

Su Repubblica questa mattina, doppia intervista in vista del derby a Gigi Proietti e Pino Insegno. Umori e sensazioni per il match di oggi.

Doppia intervista per Repubblica, firmata dal nostro Riccardo Caponnetti, a Gigi Proietti e Pino Insegno. I due popolari personaggi dello spettacolo romani, tifosi rispettivamente di Roma e Lazio, hanno raccontato gli umori e le sensazioni in vista della stracittadina di oggi.

Sensazioni positive per Insegno, che dà anche i giusti meriti alla società.

Grazie al ds e al presidente che hanno creduto nel tecnico. Per la prima volta nella sua presidenza, non credo servano rinforzi. La squadra è forte e i giocatori sono uniti. Sembra il Leicester, ma alle spalle la Lazio ha una storia che gli inglesi non hanno“.

Nel derby vale tutto e il contrario di tutto. All’andata avremmo dovuto vincere 4-0. Però sono fiducioso, perché la Lazio è ormai squadra matura, consapevole dei propri mezzi. E poi ormai le partite finiscono quando segnano i biancocelesti (ride, ndr)”.

Su quali siano i pericoli da cui le aquile devono temere di più ha aggiunto:

Tutti e nessuno. Facile dire Dzeko, ma contro la Lazio hanno segnato spesso giocatori poi scomparsi, come Yanga-Mbiwa, Iturbe o Cassetti. Magari segna Florenzi da centrocampo. Però non sono preoccupato“.

 

Leggi qui l’interivista a Gigi Proietti:

Repubblica, Proietti: “Della Lazio non temo solo Immobile”

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Il più grande centrocampista della Lazio,sempre dopo Antonio Elia Acerbi,non gli ho visto mai passare la palla indietro😳"

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Lo conpscevo personalmente, aveva un negozio di articoli sportivi vicino casa mia. Ma non l'ho mai visto giocare."
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Un bravissimo allenatore, forse poco apprezzato a cui non e' stata fornita, all'epoca, l'occasione della grande squadra. Soprattutto poi un uomo vero."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Signori.Che Spettacolo.Beppegool. il Capitano."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Un mitoche non dimenticherò mai"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da News