Resta in contatto

Il meglio dei Social

6 gennaio 2005: quindici anni fa il ritorno di Di Canio sotto la Sud

La prodezza di Di Canio è tra i gol più belli in Premier League

Il 6 gennaio di quindici anni fa si giocava il derby della Capitale. Alla Lazio mancava la vittoria da un po’: ci pensò Paolo Di Canio sotto la Sud.

Il 25 marzo del 2000 la Lazio batte 2-1 la Roma nel derby e si avvicina alla conquista dello scudetto. Poi seguiranno cinque anni piuttosto bui per i risultati della stracittadina. A riportare la luce ci penserà Paolo Di Canio.

Il 6 gennaio 2005, nel giorno dell’Epifania, dentro la calza biancoceleste l’attaccante romano di fede laziale, tornato a casa dopo anni trascorsi in Premier League, apre le marcature con un gol da cineteca sotto la Curva Sud giallorossa. Resta famosa, nell’occasione, la sua spavalda esultanza proprio sotto la tifoseria ospite, come a volerli sfidare tutti.

Lo stesso Di Canio, per altro, aveva già deciso il 15 gennaio dell’89 un altro derby segnado il gol decisivo. Proprio per questo, Guido De Angelis, storico cronista televisivo e radiofonico laziale, commentò la rete con una frase rimasta celebre: “J’hai fatto male ancora una volta Paoletto!“.

Alla fine sarà 3-1 per le aquile. Per la Roma pareggiò Cassano, poi Cesar e Rocchi fissarono il punteggio finale. Questo il tweet della società che ricorda quel giorno di quindici anni fa.

 

 

 

Clicca qui e partecipa al sondaggio per votare la top 11 all time biancoceleste.

9 Commenti

9
Lascia un commento

avatar
3 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
0 Comment authors
Commento da Facebook Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Però era vecchio.

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

…a cagher

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Pare ieri 😱😱

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Paoletto mio quanto te voi bene pe quel goooooo

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

🖕

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Daje pole

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Labruzzesi dovrebbero pensa’alle pecore

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Meglio un gagliardetto alla Juve che una bandiera alla Lazio. .

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Bello de casa

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "grazie a Signori sono tifosa della Lazio... non vederlo mai alzare una coppa e festeggiare lo scudetto mi ha sempre lasciato un rammarico.... ..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Il più grande centrocampista della Lazio,sempre dopo Antonio Elia Acerbi,non gli ho visto mai passare la palla indietro😳"

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Lo conpscevo personalmente, aveva un negozio di articoli sportivi vicino casa mia. Ma non l'ho mai visto giocare."
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Un bravissimo allenatore, forse poco apprezzato a cui non e' stata fornita, all'epoca, l'occasione della grande squadra. Soprattutto poi un uomo vero."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Un mitoche non dimenticherò mai"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Il meglio dei Social