Resta in contatto

News

Amarildo a SLL: “Questa rosa non ha limiti può puntare in alto. Leiva? Meraviglioso”

di Enrico De Lellis

Dopo la pausa per le festività natalizie, per la Lazio è tempo di tornare sul campo. Domenica i biancocelesti faranno visita al Brescia, rigenerato dalla cura Corini.

In esclusiva ai microfoni di SololaLazio,it è intervenuto l’ex biancoceleste Amarildo, per parlare dell’andamento della rosa in questa prima metà di stagione.

La Lazio sta sorprendendo tutti, anche lei?

“No! Ho sempre pensato, vedendo giocare la squadra anche nella passata stagione, che questa rosa potesse fare grandi cose. La Lazio può arrivare molto in alto”.

Questa squadra ha le carte in regola per competere per lo scudetto, oppure la Champions League è la dimensione giusta per questa rosa?

Secondo me hanno possibilità per vincere lo scudetto. Dipende espressamente dalla squadra. Se dovessero continuare così, nulla è impossibile”.

Quale giocatore della Lazio le piace?

Mi piace tantissimo Correa: per le potenzialità che ha può fare molto di più. Le sue qualità sono sotto gli occhi di tutti è molto giovane e può arrivare lontano”.

Lucas Leiva sta vivendo a Roma una seconda giovinezza. Il suo rendimento la sta sorprendendo?

Conosco Lucas da molti anni, da quando aveva quindici anni. Stiamo parlando di un giocatore spettacolare. Più invecchia, più diventa forte”.

I tifosi della Lazio la ricordano sempre con affetto. Cosa si sente di dirgli?

Sono fantastici, meravigliosi. Li porto sempre nel mio cuore. Ho giocato in molte squadre, ma i tifosi biancocelesti restano i migliori in assoluto”.

 

 

Partecipa al sondaggio per eleggere la top 11 all time biancoceleste:

120 anni di Lazio, vota la top 11 di sempre: i terzini sinistri

 

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Un mito che purtroppo ho vissuto troppo poco,avevo appena 9 anni,allo stadio non mi portava nessuno,anche se le partite si vedevano poco bene e i..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "grazie a Signori sono tifosa della Lazio... non vederlo mai alzare una coppa e festeggiare lo scudetto mi ha sempre lasciato un rammarico.... ..."

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Lo conpscevo personalmente, aveva un negozio di articoli sportivi vicino casa mia. Ma non l'ho mai visto giocare."
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Un bravissimo allenatore, forse poco apprezzato a cui non e' stata fornita, all'epoca, l'occasione della grande squadra. Soprattutto poi un uomo vero."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da News