Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Fascetti a SLL: “Inzaghi non abbandoni la Lazio. I tifosi biancocelesti mi emozionano”

Il mister dei -9

di Enrico De Lellis

Il bagno di folla di questo pomeriggio a Formello, da parte dei tifosi laziali, ha fatto vivere momenti magici. La Lazio, dopo la vittoria in Supercoppa, è pronta alla sfida di domenica contro il Brescia.

In esclusiva ai microfoni di SololaLazio.it, è intervenuto Eugenio Fascetti. Con l’indimenticato mister dei -9, abbiamo parlato del bellissimo momento che sta vivendo la squadra di Inzaghi.

La Lazio sta sorprendendo tutti. Gli uomini di Inzaghi stanno facendo ricredere anche i più scettici. Le piace questa squadra?

“La squadra ha trovato la giusta continuità, non hanno più quei cali mentali che nelle passate stagioni hanno colpito la rosa biancoceleste. Non credo che questa squadra possa lottare per lo scudetto, non perché le manchi qualità, anzi, ma Juventus e Inter hanno una rosa leggermente più lunga. Credo che il compito della Lazio sia quello di entrare in Champions League e migliorarsi ogni anno”.

Il merito di questo inizio di stagione è anche di Inzaghi?

“Cosa altro si può dire di Inzaghi? I risultati parlano per lui, quest’anno lo vedo anche molto maturo. La squadra e lui sono cresciuti di pari passo. Lotito ci ha visto lungo ad affidargli la panchina biancoceleste”.

Molti addetti ai lavori, stanno paragonando il tecnico biancoceleste ad illustri allenatori vincenti del passato. La sua carriera promette grandi cose e qualche sirena di top club sta già suonando…

Come detto prima i risultati parlano per lui, in più è molto giovane. Dico solo che abbandonare ora la Lazio sarebbe una scelta sbagliata. Il tutto funziona alla perfezione, non vedo questa squadra con un altro allenatore francamente”.

Il centrocampo biancoceleste è il più forte in Italia?

“Le partite a calcio si vincono in quel reparto. La Lazio ha grandissima qualità, un centrocampo fortissimo. Quando hai la possibilità di far giocare gente come: Luis Alberto, Correa e Milinkovic è tanta roba. Senza dimenticarci di Lucas Leiva e del suo lavoro”.

Domenica la Lazio andrà a Brescia, in una trasferta complicata. Che partita si aspetta?

“Il Brescia ha buoni calciatori e viene da qualche risultato positivo. Come tutte le gare di Serie A, nessuno ti regala niente. Sarà un bel banco di prova per gli uomini di Inzaghi”.

I tifosi della Lazio, non la dimenticano per quello che ha fatto per questi colori…

“Ogni qualvolta che vengo a Roma, i tifosi della Lazio con la loro dimostrazione d’affetto dei miei confronti mi fanno commuovere. Colgo l’occasione per fare gli auguri di un buon anno a tutti i sostenitori biancocelesti”.

 

 

 

 

 

 

45 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

45 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Beppe gol Il mio idolo…. Mi ha fatto impazzire Lo porterò sempre nel mio ❤️"

Immobile da record: staccato Signori nella Top 10 dei marcatori di Serie A

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News