Resta in contatto

Esclusive

Pedro Troglio a SLL: “La Lazio applica un gioco moderno. Porto i tifosi della Lazio sempre nel cuore”

di Enrico De Lellis

Il mondo biancoceleste sta vivendo un momento d’oro. Le festività, grazie la vittoria della Supercoppa Italiana, hanno un sapore meraviglioso.

In esclusiva ai microfoni di SololaLazio.it è intervenuto l’ex biancoceleste Pedro Troglio, per parlare di questo avvio di stagione degli uomini di Inzaghi.

La Lazio può lottare per lo scudetto?

“Hanno vinto la Supercoppa contro la Juventus, la rosa è di grande qualità, perciò possono lottare per lo scudetto. Non sarà facile perché ci sono tante concorrenti, ma la Lazio non parte sconfitta”.

Cosa le piace di questa squadra?

“Mi piace tantissimo il possesso palla della Lazio. Inzaghi applica un gioco modernissimo fatto di triangolazioni, ma quando qualcuno perde palla, tutta la squadra va alla ricerca per recuperare immediatamente il possesso. Questa cosa è straordinaria”.

Luis Alberto è l’emblema di questa squadra. Chi le ricorda come giocatore?

“E’ il giocatore del moneto, l’emblema di questa squadra. Non mi piacciono i paragoni, anche perché penso sempre che ognuno ha delle caratteristiche personali e tecniche che altri non hanno. Sicuramente lo spagnolo è l’arma in più per la rosa biancoceleste”.

C’è un Pedro Troglio nella rosa attuale biancoceleste?

“Non so se c’è un Troglio o meno nella rosa attuale, vale un po’ il discorso di prima. Ogni giocatore è unico per determinate caratteristiche”.

Quando torna a Roma per vedere una partita dal vivo? Magari in Curva, cantando il coro dei tifosi che tanto bene conosce…

“Lavorando da quindici anni in questo mondo, purtroppo ho le stesse ferie dei giocatori biancocelesti, perciò mi è difficile venire a Roma per vedere la Lazio. Certamente spero di venire il prima possibile, per tornare a salutare un pubblico che porto sempre nel cuore”.

 

Leggi anche:

Lazio, Lotito: “Il merito è mio? No, è di tutti: si vince e si perde insieme”

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Grazie.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Quando andò via dalla Lazio, mi sembra di ricordare che c’era uno striscione in cui c’era scritto :”Con la Lazio o no, non ti scorderemo. Grazie Pedro”

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Sono un laziale di Piacenza e ricordo i tuoi primi passi in biancorosso, poi nella prima squadra della capitale ci hai fatto tutti impazzire !!!! Col..."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"

#CountdownToHistory: Immobile colpisce anche il Cagliari

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."
Advertisement

Altro da Esclusive