Resta in contatto

News

Lazio – Udinese, Inzaghi rilancia: “Non dobbiamo accontentarci!”

"L'Inzaghi pensiero" diventa argomento della Dubai Int. Sports Conference

Al termine di Lazio – Udinese, Simone Inzaghi è intervenuto per commentare la vittoria dell’Olimpico: le dichiarazioni del tecnico biancoceleste

La sesta vittoria consecutiva, come nell’ottobre 2017: Lazio – Udinese permette a Simone Inzaghi di eguagliare la sua striscia record sulla panchina biancoceleste.

Il tecnico ha commentato così la vittoria contro i friulani nel post partita.

Inzaghi nel post Lazio – Udinese @Dazn

“La partita di oggi la temevo molto, l’Udinese è un’ottima squadra. L’abbiamo approcciata bene fin da subito, i miei ragazzi sono grandissimi professionisti e abbiamo fatto un’ottima gara.

Siamo il secondo miglior attacco del campionato dopo l’Atalanta, ma non dobbiamo accontentarci. La prossima contro la Juve sarà molto impegnativa, ma ce la giocheremo al massimo.

Correa sta facendo cose grandissime, lo punzecchiavo perché volevo che facesse gol. Per la prestazione di oggi se lo sarebbe meritato e per questo ho preferito tenerlo in campo, nonostante i 90 minuti contro i Cluj.

A Immobile ho detto che dovevamo continuare a giocare, avevo chiamato vicino a me Caicedo per farlo entrare, ma Leiva ha accusato un accenno di crampi e ho rinunciato a quel cambio. Poi ho inserito André Anderson, si merita questo esordio.

Dobbiamo cercare di mantenere questa posizione, dobbiamo essere sempre sereni e lavorare per migliorarci”.

Inzaghi nel post partita @conferenza

“Siamo in un ottimo momento, dobbiamo continuare così sapendo che il campionato è pieno d’insidie. Sabato contro la Juventus dovremo prepararci nel migliore dei modi. Abbiamo giocato giovedì, qualche giocatore non aveva riposato, siamo stati bravi a organizzare questa partita.

Non dobbiamo guardarci indietro, ma sempre alla prossima partita. Dobbiamo cercare sempre di alzare l’asticella, sapendo che le nostre rivali continueranno a fare punti e che il campionato sarà aperto fino alla fine.

Noi guardiamo tutto quello che succede attorno a noi, ma rimaniamo focalizzati su noi stessi per cercare di toglierci qualche difettuccio. È dall’inizio dell’anno che la squadra gioca così, sono sempre stato sereno.

L’Udinese ha giocatori di qualità, abbiamo lavorato molto bene e la squadra ha alternato fasi di pressing alto a quelle di pressing basso. Sono molto soddisfatto”.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Immobile da record: Ciro a -1 dalla top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "È stato e sarà per sempre il più grande goleador del mondo e segna sempre lui, e segna sempre lui, si chiama Beppe Signori, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News