Resta in contatto

News

Inzaghi: “Contento del risultato, ma dobbiamo evitare i soliti errori. Alziamo l’asticella”

Lazio - Lecce, Simone Inzaghi

Il tecnico della Lazio, Simone Inzaghi, ha parlato ai microfoni di Sky Sport nel post-partita della gara vinta dai biancocelesti sul campo del Sassuolo

Simone Inzaghi ha parlato al termine del match vinto dalla Lazio a Sassuolo, grazie ad un goal di Caicedo al novantunesimo minuto

“Una partita sofferta, nel primo tempo potevamo chiudere la gara invece abbiamo preso il pareggio allo scadere. La vittoria è meritata contro un’ottima squadra che gioca un buon calcio. Ho giocatori importanti, Caicedo ha lavorato molto bene in queste due settimane. Avrebbe meritato una maglia da titolare, ma Immobile è in una forma strepitosa. Le partite vanno chiuse quando si ha l’occasione per farlo. Una squadra che ambisce ad un piazzamento importante non può prendere due reti identiche come oggi e con il Lecce. Guardo sempre avanti (riferimento alla classifica) siamo stati anche criticati prima della gara contro la Fiorentina per qualche risultato non positivo, ma ho fiducia nei miei ragazzi. Adesso pensiamo al Cluj, dobbiamo sempre alzare l’asticella. Mi auguro che Immobile vinca il miglior goal della scorsa stagione”.

Lazio Style Radio:

”Siamo stati bravi e lucidi perché sul pareggio avevamo voglia di vivere. Dovevamo fare la partita ma anche stare attenti. Abbiamo fatto un buon primo tempo pur avendo preso il gol. Dovevamo avere maggiore vantaggio e invece abbiamo preso il gol.

Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile. I ragazzi però sono stati bravi hanno fatto un’ottima partita. L’unico neo era che potevamo chiuderla prima. Devo però fare i complimenti ai miei ragazzi perché sono dei professionisti che danno sempre ascolto a ciò che chiedo io e il mio staff.”

 

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
6 mesi fa

Forza aquilotti forza Lazio

Commento da Facebook
Commento da Facebook
6 mesi fa

Serve solo che dopo essere passati in vantaggio devi ancora spingere x ucciderli ( in senso calcistico)segnando altri 2/3 gol PUNTO senza specchiarsi x vedersi belli CAPITO? Ogni volta ce fate strippa’ fino all’ultimo non è giusto qualche volta ce resto secco DAJEEEEEEE SFL 👍👍👍✋✋✋ ✋

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Io ho vissuto l era VINCENZO PAPARELLI ERO LI E NON SONO PIU ANDATO ALLO STADIO MA POI L ARRIVO DI BEPPE SIGNORI MI HA FATTO IMPAZZIRE E MI SONO..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Sono della Lazio dalla nascita, anni 50, nel periodo di Chinaglia eravamo tifosi più di Chinaglia che della Lazio, è strano ma è cosi, nessuno ha..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Lo conpscevo personalmente, aveva un negozio di articoli sportivi vicino casa mia. Ma non l'ho mai visto giocare."
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Un bravissimo allenatore, forse poco apprezzato a cui non e' stata fornita, all'epoca, l'occasione della grande squadra. Soprattutto poi un uomo vero."

Altro da News