Resta in contatto

Oltre la Lazio

La Goldman Sachs offre la Roma, ma nel documento manca qualcosa

James Pallotta

Sono giorni importanti in casa Roma, la Goldman Sachs sta offrendo la squadra giallorossa ai maggiori investitori internazionali. Nel documento integrale, però, manca qualcosa

“Italia, sì, Italia no, la terra dei cachi”, canta lo scatenato gruppo Elio e le Storie Tese. Un interrogativo, però, che nelle ultime ore sta tenendo banco in casa Roma, che con il passare delle ore sembra essere diventata una certezza.

In questi giorni la Goldman Sachs, attraverso un documento integrale, sta offrendo l’Associazione Sportiva Roma ai maggiori imprenditori internazionali, con il placet di James Pallotta. Fino a questo punto niente di strano, se non fosse che nel documento famoso che dovrebbe attirare qualche magnate ad investire nella squadra giallorossa manca una cosa: la Coppa delle Fiere. Per qualche tifoso e addetto ai lavori, questo trofeo rappresenterebbe la vecchia “Coppa Uefa”, oppure “Europa League” chiamandola con il nome attualmente in vigore. Un trofeo che la Uefa non ha mai riconosciuto in modo ufficiale e a quanto pare anche la stessa Goldman Sachs non sembra tenerne conto.

Il caso lo chiude direttamente la stessa Roma, attraverso la Goldman Sachs. La Coppa delle Fiere, non è calcolata come trofeo internazionale e, perciò, neanche come trofeo riconosciuto ufficialmente, con buona pace dei tifosi giallorossi che di fatto negli sfottò non potranno esaltare una vittoria che ufficialmente anche per la società non esiste.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
carmine masciola
carmine masciola
9 mesi fa

Mai una gioia!!

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Gufi gufi marameo tutti giù dal Colosseo...Insieme a Maestrelli l'allenatore più importante della Lazio. Onore a lui"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Prima partita allo stadio: Lazio-Verona 4-2. Avevo sette anni. Come potrei dimenticare? Gladiatore puro. Decise di andarsene perche' la Roma degli..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Il mio primo gol della Lazio vista dal vivo lo ha segnato lui. Mio idolo di infanzia che ha aumentato la mia fede laziale. Immenso!"

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Uber grande laziale, quando ero bambino mio papà mi raccontava sempre di questo signore ero che per non indossare un altra maglia, preferì..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Altro da Oltre la Lazio