Resta in contatto

News

Berisha dalla nazionale: “Per il Kosovo do sempre il massimo”

Ufficiale: Berisha è un nuovo giocatore del Fortuna Dusseldorf

Berisha ha parlato dal ritiro del Kosovo: il centrocampista della Lazio è reduce da una settimana complicata dopo l’errore col Celtic

Gara fondamentale per il Kosovo di Berisha, che domani sera affronterà in trasferta la Repubblica Cena. Le squadre sono divise da un solo punto in classifica: 12 la Repubblica Ceca, 11 il Kosovo. Alla vigilia dell’impegno spartiacque per Euro 2020 – nel girone in cui in vetta c’è l’Inghilterra – il centrocampista della Lazio ha parlato in conferenza stampa:

L’atmosfera in squadra? Io sono pronto, poi il mister prende le decisioni. Faremo del nostro meglio, l’atmosfera è buona e domani daremo il 100% per il Kosovo. Sono sempre pronto ad aiutare la squadra, quando si tratta del Kosovo do sempre il massimo. Contro la Repubblica Ceca abbiamo delle chance, li abbiamo già battuti in casa. Il nostro unico pensiero è vincere, poi penseremo all’Inghilterra. L’Europeo è il sogno di tutti, sappiamo che sarà difficile ma siamo pronti per questa battaglia. Non credo particolarmente nella pressione. Nessuno avrebbe creduto che il Kosovo sarebbe arrivato fin qui nel giro di tre anni, dobbiamo combattere per questo nostro sogno. La mia posizione in campo? Mi piace contribuire sia offensivamente che difensivamente, adesso ho un ruolo difensivo. Tutti amano brillare e fare gol, ma l’importante è vincere. Dove gioco lo decide il mister, non ci penso quando gioco per il Kosovo”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Gufi gufi marameo tutti giù dal Colosseo...Insieme a Maestrelli l'allenatore più importante della Lazio. Onore a lui"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Prima partita allo stadio: Lazio-Verona 4-2. Avevo sette anni. Come potrei dimenticare? Gladiatore puro. Decise di andarsene perche' la Roma degli..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Il mio primo gol della Lazio vista dal vivo lo ha segnato lui. Mio idolo di infanzia che ha aumentato la mia fede laziale. Immenso!"

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Uber grande laziale, quando ero bambino mio papà mi raccontava sempre di questo signore ero che per non indossare un altra maglia, preferì..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Altro da News