Resta in contatto

News

Il Lecce non farà ricorso per il goal annullato a Lapadula

Liverani torna su Lazio - Lecce: "Il rigore ha cambiato tutto"

La società leccese non farà ricorso per il goal annullato a Lapadula. La dirigenza ritiene di aver subito un grave torto, ma non andrà oltre con i procedimenti

La dirigenza del Lecce, nonostante si senta ingiustamente colpita da un torto arbitrale a loro dire – l’episodio è il goal annullato a Lapadula – non presenterà ricorso.

Il Lecce ritiene più utile presentare la loro protesta nell’incontro fissato con AIA il 19 novembre, piuttosto che presentare incartamenti ufficiali che rischierebbero di arenarsi per cavilli formali.

La società giallorossa attraverso una nota ufficiale, però, non nasconde l’amarezza per l’episodio:

“In occasione del goal del possibile 2 a 2 realizzato da Lapadula, prima convalidato dal direttore di gare e poi successivamente annullato dal VAR, si è verificata un’evidente violazione della regola 14. Il calcio di rigore va ripetuto qualora uno o più giocatori di ciascuna squadra invadano contemporaneamente l’area di rigore prima che il pallone sia in gioco”.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Stefano
Stefano
10 mesi fa

Ma,Tiziano Pieri ha detto una cosa diversa,e cioè che La pala essendo entrato prima in area non può colpire la palla e mandarla in rete ..

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Il suo dito che esce fuori dalla nebbia al derby. Non si vedeva nulla ma la palla era dentro la rete! E segna sempre lui!"
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Fascetti una persona indimenticabile, grazie"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Prima partita allo stadio: Lazio-Verona 4-2. Avevo sette anni. Come potrei dimenticare? Gladiatore puro. Decise di andarsene perche' la Roma degli..."

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Uber grande laziale, quando ero bambino mio papà mi raccontava sempre di questo signore ero che per non indossare un altra maglia, preferì..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Altro da News