Resta in contatto

News

Lazio – Lecce, Inzaghi: “Meritiamo il terzo posto per quello che facciamo”

Lazio - Lecce, Simone Inzaghi

Ai microfoni di Sky Sport ha parlato Simone Inzaghi per commentare la vittoria maturata contro il Lecce. Questa la sua lettura.

Vittoria sofferta e importantissima per la Lazio che doveva ripartire dopo la sconfitta in Europa League. Il 4-2 sul Lecce è stato più difficile del previsto, anche per la stanchezza delle tante partite ravvicinate.

Mister Inzaghi ne ha parlato ai microfoni di Sky Sport nel post partita, analizzando così l’andamento del match.

“Abbiamo vinto una partita importante, abbiamo creato tantissimo e subito qualcosina. Il Lecce ha fatto soffrire tante squadre, sapevamo che avremmo dovuto soffrire anche noi. Siamo contenti e continuiamo creando sempre tantissimo e concedendo qualcosina, ma è il nostro calcio”.

“Probabilmente il terzo posto lo meritiamo per quello che stiamo facendo, ma dobbiamo migliorarci partita per partita. Oggi abbiamo creato 15-20 situazioni, come col Celtic e prima. Noi sappiamo di avere qualità, ma sappiamo anche di dover aiutare i difensori e migliorare insieme la fase difensiva”.

“Abbiamo bisogno di tutti. Oggi qualcuno era più riposato, altri meno. Io devo fare i compimenti ai ragazzi perché hanno dato tutto in campo, dopo che giovedì avevamo speso tanto, senza essere premiati. Oggi era un partita importante e l’abbiamo vinta meritatamente”.

“Oggi loro erano una squadra fisica con Lapadula e Babacar. Entrambi con esperienza in A. Io volevo cercare di costruire il gioco da dietro e Acerbi lo fa bene. Giovedì ha giocato da terzo, come oggi. Secondo me fa il centrale nel migliori di modi. Ma anche da terzo è straordinario”.

Successivamente l’allenatore della Lazio si è presentato in sala stampa per rispondere alle domande dei giornalisti.

“Nelle ultime 7 abbiamo vinto 5 gare e pareggiate due. Le altre squadre che hanno giocato in Europa ha pagato un po’ l’impegno. Di fronte avevamo un avversario che ci ha dato del filo da torcere. L’approccio alle partite con il Celtic non è stato diverso, dovevamo essere bravi a indirizzare gli episodi. A questi ragazzi si può rimproverare poco, abbiamo affrontato una squadra fisica che ci ha fatto correre. Negli ultimi 20 minuti dovevamo gestire meglio la palla, ma venivamo dalla partita di giovedì. Avevamo un calendario non semplice, sono contento”.

Incalzato sulle prestazioni altalenanti, Inzaghi ha  confermato la sua fiducia nel gruppo.

“Quando dicevo che ero tranquillo, eravamo in un momento in cui non eravamo premiati dai risultati, ma vedevo che la squadra rispondeva e sapevo che i risultati sarebbero arrivati.

Dobbiamo cercare di trovare l’equilibrio, dobbiamo migliorare e sappiamo di avere tanti giocatori di qualità in attacco. Leiva stava facendo molto bene, ma avevo paura di rimanere in dieci e Cataldi è un valore aggiunto”.

C’è ottimismo sul recupero degli infortunati dopo la sosta. Ma prima, un paio di giorni di riposo.

“Radu e Marusic dovrebbero recuperare durante la sosta, stanno facendo di tutto per accelerare i tempi. Abbiamo giocato 7 gare a ritmi forsennati, dopo tutte queste vittorie avremmo voluto continuare ma è giusto tirare il fiato. L’obiettivo è riposare fino a mercoledì e poi lavoreremo per recuperare le energie e per migliorare”.

Dopo la conferenza, Inzaghi è intervenuto anche ai canali ufficiali di Lazio Style.

In serie A, ha ribadito il mister, non si può sottovalutare nessuno.

“Sappiamo che il campionato è difficile tutte creano insidie, il Lecce è organizzato con due attaccanti che, se in giornata, possono dare fastidio, come oggi”.

È soddisfatto della prestazione Simone e dei suoi uomini. In particolare di Correa, a prescindere dai due gol di oggi.

Noi abbiamo fatto un’ottima gara. Ci voleva più attenzione sul primo gol, però non dobbiamo fermarci e continuare a fare punti. Abbiamo cercato di palleggiare fin dall’inizio e lo abbiamo fatto bene. Abbiamo creato tanto e dovevamo concretizzare di più, abbiamo concesso, ma il primo tempo dovevamo chiuderlo in netto vantaggio. Diciamo che gli episodi ci sarà tempo per commentari. Li abbiamo pagati sulla nostra pelle, ma noi sappiamo che dobbiamo migliorarci”.

“Penso che Correa si stia ritagliano uno spazio importante perché è un ragazzo serio che lavora per la squadra. i 6 gol li ha meritati. poteva fare di più ma gli chiedo un lavoro importante anche in non possesso. sia lui che Caicedo e immobile mi soddisfano a pieno per quello che sto chiedendo”.

La partita con l’Atalanta è stata la svolta, ma anche prima il mister era molto fiducioso sul suo gruppo.

Il pari con l’Atalanta può averci dato slancio, ma anche prima avevamo fatto ottime gare. Dovevamo essere bravi a far girare gli episodi a nostro favore. Io però ero tranquillo. Vedevo la squadra sul pezzo, che mi seguiva e cercava di proporre gioco e azioni. Sapevo che i risultati sarebbero arrivati”.

E poi non sono mancati i complimenti per l’ex compagno di squadra Fabio Liverani.

“Penso sia giusto citare l’ottimo lavoro di tutti i miei colleghi usciti dalla Lazio. Fabio sta facendo molto bene. È venuto a giocarsi la partita con personalità. Sapevamo di trovare insidie perché loro avevano 5 giorni per prepararsi al meglio, ma i ragazzi sono stati straordinari”.

 

Le dichiarazioni di Immobile nel dopo gara:

Ciro Immobile a Sky: “Obiettivo di vincere tutte le partite”

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement

Signori, è segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Ho conosciuto pochi giocatori attaccati alla maglia biancoceleste,come lui ! Ha sempre dato tutto in campo e tifosi lo adoravano e tuttora ne hanno un..."
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Secondo me è il momento più intenso e di attaccamento nel rapporto squadra-tifosi. Indimenticabile Eugenio. Andrea"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Cosa dire,sono della Lazio grazie a lui, è stato il mio mito"
Lazio, Miti: Miroslav Klose

Mito Klose: cosa significa per te averlo visto segnare con la maglia della Lazio?

Ultimo commento: "quel lazio bologna dove fece 5 gol io c'ero con mio figlio di 7 anni che non lo dimentichera' mai, grazie Miro"
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Ero ancora felicemente abbonato(lo sono ancora adesso,ma solo per amore di mio figlio non per amore della Lotitese) e lui tirava fuori magie ad ogni..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da News