Resta in contatto

Settore giovanile

Coppa Italia amara per la Lazio Primavera: al Napoli bastano due rigori per passare il turno

Primavera Coppa Italia 2019/20

Napoli amara per la Lazio Primavera. Gli uomini di Menichini escono sconfitti per 2 a 1. Ai partenopei bastano due rigori per passare il turno.

Una Lazio bella a tratti, ma che non riesce ad imporsi contro la squadra allenata dall’ex centrocampista biancoceleste, Roberto Baronio. I padroni di casa trovano subito il vantaggio al minuto 5 con Vrakas dagli undici metri. Esce fuori l’orgoglio dei biancocelesti che in più occasioni sfiorano il pari. Nel momento topico della prima frazione di gara, arriva il raddoppio dei padroni di casa, sempre dal dischetto ma, stavolta con Palmieri che spiazza Furlanetto.

La Lazio non ci sta e sempre nel primo tempo al minuto 37′ il match si riapre: punizione di Shehu, colpo di testa di Franco e partita riaperta. Nella seconda frazione di gara i biancocelesti creano tante occasioni da rete, senza trovare la via del goal. Sarà il Napoli ad affrontare la Roma negli Ottavi di Finale della competizione.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "da juventino ho adorato Beppe Signori......è uno dei pochi calciatori di cui ho la maglia autografata......oggi Signori non avrebbe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Sono della Lazio dalla nascita, anni 50, nel periodo di Chinaglia eravamo tifosi più di Chinaglia che della Lazio, è strano ma è cosi, nessuno ha..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Lo conpscevo personalmente, aveva un negozio di articoli sportivi vicino casa mia. Ma non l'ho mai visto giocare."
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Un bravissimo allenatore, forse poco apprezzato a cui non e' stata fornita, all'epoca, l'occasione della grande squadra. Soprattutto poi un uomo vero."

Altro da Settore giovanile