Resta in contatto

Fotogallery

Rassegna stampa, le prime pagine sportive del 23 ottobre 2019

Rassegna stampa, Gazzetta dello Sport 23 ottobre 2019 - 2

Benvenuti alla rassegna stampa delle prime pagine sportive di mercoledì 23 ottobre 2019: vediamo insieme le aperture dei tre principali quotidiani italiani

Amiche e amici di Sololalazio.it, buon mercoledì e benvenuti alla rassegna stampa delle prime pagine sportive di questo 23 ottobre 2019.

Scorriamo insieme le aperture dei tre principali quotidiani italiani, uniti oggi dalla scelta di esaltare la doppietta di Paulo Dybala, che ha regalato la vittoria in rimonta alla Juventus nel match di Champions League con la Lokomotiv Mosca.

La prima pagina della Gazzetta dello Sport

La Gazzetta dello Sport titola: “Infinita Joya”: “Due magie di Dybala ribaltano la partita in un paio di minuti, lanciando una Juve poco brillante verso gli ottavi”.

Sul 5-1 subito dalla Dea a Manchester: “Lezione City, l’Atalanta s’inchina a Guardiola”. Stasera in campo l’Inter contro il Borussia Dortmund: “Credici”, è lo sprone della rosea.

La prima pagina del Corriere dello Sport

“Paulone d’Oro”, è il gioco di parole del CorSport, come apertura della propria edizione nazionale. L’argentino si guadagna anche l’editoriale: “Ah come gioca Dybala”.

Per quanto riguarda gli altri titoli: “Cattivissimo Pep: 5-1 a Gasp”. E poi le due italiane impegnate stasera in Champions: Ancelotti che chiede “coraggio” al Napoli e il “vietato sbagliare” per l’Inter.

La prima pagina di Tuttosport

Chiudiamo la rassegna stampa delle prime pagine con Tuttosport, che esalta Dybala: “Immensa Joya”. Sull’Atalanta titola: “Troppo City per la Dea!”. I rispettivi editoriali: “La grande forza del fuoriclasse” per quanto riguarda il numero 10 bianconero e “La legge del più forte” sul 5-1 del City contro i nerazzurri di Gasperini.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Gufi gufi marameo tutti giù dal Colosseo...Insieme a Maestrelli l'allenatore più importante della Lazio. Onore a lui"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Prima partita allo stadio: Lazio-Verona 4-2. Avevo sette anni. Come potrei dimenticare? Gladiatore puro. Decise di andarsene perche' la Roma degli..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Il mio primo gol della Lazio vista dal vivo lo ha segnato lui. Mio idolo di infanzia che ha aumentato la mia fede laziale. Immenso!"

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Uber grande laziale, quando ero bambino mio papà mi raccontava sempre di questo signore ero che per non indossare un altra maglia, preferì..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Altro da Fotogallery