Resta in contatto

News

Lazio – Atalanta, parola dell’ex Garlini: “Partita importante”

Lazio - Atalanta, parola dell'ex Garlini: "Partita importante"

L’ex attaccante biancoceleste è intervenuto ai microfoni dell’emittente radiofonica ufficiale commentando l’imminente partita di campionato Lazio – Atalanta

Ancora pochi giorni e la Serie A tornerà a occupare il week end con lo Stadio Olimpico di Roma che ospiterà Lazio – Atalanta. 

Così in merito all’imminente sfida di campionato tra due pretendenti alla Champions League, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio, l’ex biancoceleste Oliviero Garlini.

Queste le parole dell’ex attaccante che negli anni ’80 ha militato sia nella Lazio sia nell’Atalanta:

Lazio-Atalanta è la mia partita del cuore, l’assenza di Zapata potrebbe costare molto ai nerazzurri nel match contro i biancocelesti. Ma al suo posto ci sarà Muriel, il quale garantisce meno fisicità rispetto al compagno di reparto. 

Inzaghi riesce a leggere benissimo le partite insieme al suo staff; la medesima cosa vale per il tecnico dell’Atalanta ed i suoi collaboratori.

Credo che per opporsi agli orobici, la Lazio dovrà essere brava nel palleggio, provando a prendere in contropiede i due esterni isolando quindi la difesa a tre provando ad andare in sovrapposizione sulle corse.”

L’ex biancoceleste ha speso poi belle parole per la coppia d’attacco Immobile – Correa:

“Immobile è un attaccante abilissimo ad agire in profondità, sta bene, è tornato sui livelli ai quali ci aveva abituato. È un giocatore che darà il massimo e cercherà di mettere in mostra quanto di buono fatto anche in Nazionale. Cerca sempre di creare scompiglio nella difesa avversaria, fraseggia con il centrocampo ed allo stesso tempo difende bene la sfera consentendo così alla squadra di salire.

Dopo la firma sul rinnovo di contratto, Correa sarà più sereno e motivato. Ha fallito il rigore di Bologna e qualche critica è arrivata, ora deve cercare di continuare a giocare per la squadra dando sempre una mano ai compagni.”

Infine i commenti per la struttura del centrocampo della Lazio e per il punto fermo della difesa, Francesco Acerbi:

“Leiva è il giocatore cardine del centrocampo, si abbassa per far giocare la squadra e, allo stesso tempo, predilige buttarsi in avanti per andare a fare gol. Al suo posto ci sarà Parolo, un elemento di assoluta garanzia. Il brasiliano è più abituato ad agire in quel ruolo. Domenica arriva una partita importante per la Lazio.

Acerbi ha disputato una gara di grande personalità anche sabato scorso in Nazionale, lui ha aiutato Bonucci ed il difensore della Juventus ha aiutato il biancoceleste. Credo che Mancini, alla fine, lo convocherà per l’Europeo”

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Mito e Bandiera per Sempre!"
Immobile

#CountdownToHistory: col gol al derby, Immobile supera anche Rocchi nello score delle stracittadine

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."
120 anni di Lazio, la top 11 di sempre: Re Cecconi la spunta sul Sergente

Lazio, Re Cecconi oggi avrebbe compiuto 72 anni

Ultimo commento: "Non potrò mai dimenticare quella scia bionda che disegnava traiettorie alla velocità della luce in mezzo al campo... Ho visto un Re"

Altro da News