Resta in contatto

News

Bologna – Lazio, Inzaghi: “Correa voleva tirarlo. Che emozione Mihajlovic”

Milan - Lazio, i 24 convocati di mister Inzaghi per questa sera

Al termine di Bologna – Lazio, il tecnico biancoceleste ha commentato il 2-2 del Dall’Ara davanti alle tv e in conferenza stampa: le sue dichiarazioni

Alla fine di Bologna – Lazio, Simone Inzaghi è intervenuto per commentare il pareggio del Dall’Ara. Un risultato che lascia l’amarezza in bocca al tecnico biancoceleste, con il rigore di Correa che avrebbe potuto consegnare la vittoria ai capitolini.

Di seguito tutte le dichiarazioni di mister Inzaghi.

Inzaghi @Lazio Style Channel

“È stata una partita sofferta, abbiamo tenuto il campo bene. Abbiamo trovato una squadra che ha corso tanto, un’ottima squadra. In dieci non ci siamo disuniti, c’è rammarico per le ultime occasioni. Spiace per non aver portato a casa la vittoria, per quanto fatto nel secondo tempo l’avremmo meritato. Ho visto le facce dei miei giocatori nello spogliatoio, sono rammaricato anche loro come me.

Dovremo analizzare gli errori in fase difensiva, non dovevamo concedere gol. Sul secondo loro dovevamo uscire con più anticipo e non permettere il tap-in dopo il tiro finito sul palo.

I rigori li sbaglia chi li calcia. Il Tucu voleva questa responsabilità, è stato giusto farglielo tirare. Deve ripartire dalla prestazione, se continuerà a lavorare così sono sicuro che tornerà a fare gol.

Immobile aveva giocato 90 minuti giovedì, Luiz Felipe era già stato ammonito e quindi ho scelto quei due cambi, ho puntato sulla freschezza di Correa. In questo ciclo di partite manca qualche punto, ma alla lunga avremo tutte le possibilità per fare bene.

Inzaghi @conferenza

“Sul rigore si è preso la responsabilità il Tucu, gliel’ho lasciato calciare senza problemi, in allenamento di solito fa gol. C’è rammarico perché sarebbe stati tre punti molto importanti. Abbiamo pareggiato contro una squadra forte, ma volevamo l’intera posta.

Nel primo tempo avremmo dovuto difendere meglio su entrambi i gol, dovremo analizzare quelle due situazioni. Per il resto siamo stati bene in campo, chiudiamo questo ciclo di partite con grandissime prestazione ma con punti che non mi soddisfano.

A fine primo tempo avevo detto ai miei che il Bologna sarebbe calato, nel primo tempo avevano giocato a ritmi altissimi. Dopo l’espulsione di Leiva siamo ripartiti ordinati, in parità numerica abbiamo avuto la possibilità di portare a casa la vittoria.

Inzaghi @Sky Sport

“Immobile è un trascinatore, ma una volta in dieci ho dovuto fare una scelta. Ciro aveva giocato 90 minuti giovedì, Correa era fresco e l’ho lasciato”.

L’incontro con Mihajlovic

“È stato un bellissimo incontro. Non ci siamo potuti abbracciare, ma c’è stato uno scambio di sguardi ed è come se l’avessimo fatto. La nostra è un’amicizia che dura 20 anni. Sarà una dura battaglia, ma ne uscirà senz’altro. (@Lazio Style Channel)

È stata la cosa più bella della giornata, aspettarlo all’uscita dello spogliatoio è stato emozionante. Non ci siamo potuti abbracciare, ma è come se lo avessimo fatto. Riuscirà a vincere questa battaglia, c’è una stima reciproca che va avanti da 20 anni”. (@conferenza)

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Io ho vissuto l era VINCENZO PAPARELLI ERO LI E NON SONO PIU ANDATO ALLO STADIO MA POI L ARRIVO DI BEPPE SIGNORI MI HA FATTO IMPAZZIRE E MI SONO..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Sono della Lazio dalla nascita, anni 50, nel periodo di Chinaglia eravamo tifosi più di Chinaglia che della Lazio, è strano ma è cosi, nessuno ha..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Lo conpscevo personalmente, aveva un negozio di articoli sportivi vicino casa mia. Ma non l'ho mai visto giocare."
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Un bravissimo allenatore, forse poco apprezzato a cui non e' stata fornita, all'epoca, l'occasione della grande squadra. Soprattutto poi un uomo vero."

Altro da News